La Nuova Sardegna

I vini in vetrina

L’isola da bere protagonista a Roma

di Silvia Sanna
L’isola da bere  protagonista a Roma

Vini sardi in vetrina nella rassegna organizzata all'hotel Belstay

21 gennaio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





L’isola del vino regina a Roma, protagonista di due giornate interamente dedicate alle etichette sarde. Una prima assoluta e considerata doverosa dagli organizzatori: la produzione vitivinicola della Sardegna è cresciuta moltissimo, per quantità ma soprattutto per qualità, ma ancora ha difficoltà a farsi conoscere e apprezzare come merita oltre mare. Ecco perché nasce “La Sardegna di Vinodabere”, iniziativa organizzata dal magazine Vinodabere diretto sin dalla nascita (nel 2017) da Maurizio Valeriani. Giornalista enogastronomico e guru dell’enologia, già vice curatore delle guide dei vini e ristoranti dell’Espresso, Valeriani ha una passione sfrenata per la Sardegna «per la sua gente, per la sua storia e per i suoi vini. Un patrimonio affascinante e in continua evoluzione sul quale c’è tantissimo da dire e da scoprire».

Le cantine L’appuntamento di sabato 21 e domenica 22 all’Hotel Belstay a Roma: saranno due giornate intensissime, tra degustazioni, incontri con i produttori e masterclass dedicate ad alcune aree dell’isola. Ma l’intera regione sarà presente grazie alle 40 cantine selezionate dal team della testata Vinodabere e provenienti da Alghero, Gallura, Sorso, Mamoiada, Mandrolisai, Ogliastra, Orgosolo, Oristanese, Sulcis e sud della Sardegna. Oltre 170 le etichette, tra vini prodotti da realtà storiche e affermate e nuove bottiglie firmate da aziende giovani che stanno attirando l’attenzione e conquistando uno spazio interessante nel mercato.

Il programma Si parte domani alle 9 con la prima masterclass “Il Carignano del Sulcis ed il piede franco” – condotta da Dario Cappelloni e Maurizio Valeriani. Si va avanti alle 10,30 con la seconda masterclass “Mamoiada e la viticoltura di montagna” – condotta da Dario Cappelloni, Antonio Paolini e Maurizio Valeriani. La mattinata si chiude alle 12 con la terza masterclass “Mandrolisai e la vocazione enoica di un territorio nel cuore della Sardegna” – condotta da Dario Cappelloni e Maurizio Valeri. È possibile prenotarsi all’indirizzo www.metooo.it/e/la-sardegna-di-vinodabere. Nel pomeriggio di domani saranno aperti gli stand e i banchi d’assaggio: dalle 15 alle 16.30 ingresso per la stampa e per gli operatori (ristoratori, enotecari, agenti ecc) e dalle 16,30 sino alle 20,30 per tutti i visitatopri che potranno acquistare un kit di degustazione. Si prosegue domenica dalle 10 alle 12,30 e poi dalle 14 alle 19, con gli stand aperti al pubblico e la possibilità di godersi un vero e proprio tour tra bollicine, bianchi, rossi e rosati di Sardegna.

Vinodabere Maurizio Valeriani parla con entusiasmo dell’evento: «Il livello dei vini sardi è cresciuto tantissimo, per questo è importante farli conoscere e apprezzare fuori dai confini dell’isola. La pubblicazione della guida dei vini sardi 2023 ha avuto un boom di letture, segno di un enorme interesse. E la Sardegna, così estesa, così poco antropizzata e con l’inquinamento limitato a poche aree, potrebbe essere il sito ideale dove realizzare un distretto del vino bio. È tempo che si inizi a parlarne».
 

In Primo Piano
L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative