La Nuova Sardegna

Cinema

Doppia coppia, Igor Biddau dirige ancora i fratelli Stefano e Michele Manca

di Angiola Bellu
Doppia coppia, Igor Biddau dirige ancora i fratelli Stefano e Michele Manca

Arriva in sala il nuovo film del regista con il duo di Pino e gli Anticorpi: domani il cast al Cityplex Moderno di Sassari

29 novembre 2023
4 MINUTI DI LETTURA





In uscita domani nelle sale cinematografiche italiane la commedia romantica “Doppia Coppia”, del regista sassarese Igor Biddau: tra gli attori protagonisti ci sono i fratelli Stefano e Michele Manca, il duo comico Pino & gli anticorpi. Biddau ha sceneggiato il film con Stefano e Renato Cubo. Cosa succede se due «vecchi amici», Fernanda (Emanuela Mascherini) e Vincenzo (Stefano Manca) incalliti single quarantenni, decidono di far innamorare i loro rispettivi amici Anna (Maria Celeste Sellitto) e Tonino (Michele Manca)? Il terreno di gioco sono le foreste toscane, dove seguiamo Fernanda che riunisce il gruppo per mettere in pratica i suoi progetti da cupido. Lei è la voce narrante e il motore del film. È anche l’unica vera escursionista esperta tra i quattro.

La vicenda si svolge nello spazio di un week end in cui – tra gag, a base di birre inutilmente anelate, cellulari che non hanno campo, cibi sani e ipocalorici e improbabili notti sotto le stelle – le relazioni tra i quattro, perennemente “post-adolescenti”, prendono il via, percorrendo dei sentirei tortuosi simili a quelli di Vallombrosa, il paradiso degli escursionisti, dove si svolge la nostra storia. La recitazione strizza l’occhio al teatro e ad un certo cinema d’oltralpe, ci rimane forte l’idea che tutti coloro che hanno lavorato alla realizzazione di questo film si siano davvero divertiti, come ci racconta il regista.

Igor Biddau, qual è stata l’idea che vi ha portato a scrivere questo film?

«Volevamo fare un film che, rispetto ad altri pensati per il circuito commerciale, fosse una via di mezzo tra i film commerciali e i film d’autore. Volevamo che ci fosse un po’ di verità. È un film semplice e diretto, focalizzato su due aspetti importanti: le relazioni umane e la natura, dove le relazioni umane si possono esprimere nel migliore di modi».

Un film scritto e recitato da scrittori\attori sardi; in che modo secondo lei emerge questa connotazione di “sardità”?

« C’è qualcosa che contraddistingue noi sardi quando usciamo dall’Isola: la capacità incredibile di sentirci orgogliosi di “non si sa bene cosa” e la volontà di dimostrarlo al mondo. Questo caratterizza tutti gli emigrati sardi che ho incontrato nella mia esperienza. Spero questa volta di essere riuscito ad andare oltre il sentirsi troppo radicati alla propria isola, non riuscendo a distaccarsene. Per questo il film che è “più piccolo” rispetto a “Bianco di Babbudoiu” (film di Biddau del 2016 ambientato in Sardegna, ndr) è molto più maturo perché consapevole di questa sardità che sta al di fuori della Sardegna».

Quanto è la percentuale di autobiografico in “Doppia coppia”?

«Vincenzo e Tonino (i fratelli Michele e Stefano Manca, ndr) sono due normali uomini sardissimi che si ritrovano in mezzo a un bosco nell’Appennino tosco emiliano. Tonino ha proprio difficoltà nel rimanere in quello spazio che non è il suo, Stefano pare un uomo di mondo ma in realtà è anche lui un pesce fuor d’acqua, come lo sono stato io, perché il film è ambientato nel posto in cui sono andato a vivere dopo che sono emigrato dalla Sardegna. Mi sono rintananto nell’appenino tosco emiliano e dal mare sono passato a cercare funghi. È un film molto personale perché racconta una visione molto meditativa. La Sardegna è bassa: siano sempre a livello del mare, quindi facciamo un lavoro introspettivo e siamo delle persone che guardano il profondo. Qui siano invece in alto, in cima alla montagna e guardiamo questi orizzonti lontani».

Domani, mercoledì 30 novembre il regista Igor Biddau, Michele e Stefano Manca e l’autore delle musiche Lorenzo Magario presenteranno il film al Cinema Moderno Citiplex di Sassari in due proiezioni, alle 19 e alle 21. Venerdì 1 dicembre al Multiplex di Nuoro alle 20:45 saranno presenti: Michele e Stefano Manca e Lorenzo Magario. Sabato 2 dicembre due le location: alle 19 a Uta, Cagliari, al Cinema Vittoria, il film sarà presentato prima della proiezione da Michele e Stefano Manca, che presenteranno poi il film alle ore 20 al Cinema Notorius di Cagliari, dove saranno presenti Michele e Stefano Manca e Lorenzo Magario. Domenica 3 dicembre, al Cinema Italia di Samassi il film sarà presentato da Michele e Stefano Manca alle ore 20:30. Mercoledì 6 dicembre ‘Doppia coppia’ sarà presentato sempre dai due fratelli Michele e Stefano Manca al Cine Teatro Olbia di Olbia, alle 22.
 

Elezioni regionali 2024
Il voto

Elezioni regionali, i dati sull’affluenza alle 19: 44,1 per cento

Le nostre iniziative