La Nuova Sardegna

Spettacoli

La Sardegna dopo le feste tra concerti, teatro e cabaret: ecco il cartellone con tutte le date

di Fabio Canessa
La Sardegna dopo le feste tra concerti, teatro e cabaret: ecco il cartellone con tutte le date

Oggi Mannarino al Massimo, poi la Pfm a Cagliari e Sassari Risate con Follesa e Pisani, prosa con De Sio, Haber e Scalera

04 gennaio 2024
4 MINUTI DI LETTURA





Concerti, show comici, spettacoli tratti da opere letterarie, balletti, film. Sono già molti, e per tutti i gusti, gli appuntamenti di grande richiamo in programma in Sardegna nei primi mesi dell’anno. In attesa di nuovi eventi che verranno annunciati prossimamente e in vista della stagione estiva dove l’offerta come al solito si moltiplica grazie soprattutto ai ricchi cartelloni dei festival di vario genere.

Musica Dopo i mega concerti in piazza per Capodanno non si spegne la grande musica, con attese esibizioni in alcuni teatri dell’isola. Oggi e domani a Cagliari in scena c’è Mannarino con “Corde”, tour in cui il cantautore si fa accompagnare da una schiera di strumenti a corde. Nel capoluogo il 15 e 16 gennaio, e il giorno seguente a Sassari, sul palco la Pfm che rende omaggio allo straordinario sodalizio con Fabrizio De André a 45 anni dallo storico tour che la band capitanata da Franz Di Cioccio e Patrick Djivas fece insieme al cantautore genovese. Da segnalare sempre a gennaio anche due date nell’isola, il 26 a Cagliari e la sera dopo ad Alghero, per la cantante e musicista gallurese Daniela Pes sempre più apprezzata con il successo del suo album d’esordio “Spira” che ha vinto il Premio Tenco come miglior opera prima.

Teatro Il programma è ricco e variegato. Per chi vuole passare una serata divertente ci sono Katia Follesa e Angelo Pisani che raccontano, con ironia, la vita di coppia in “Ti posso spiegare”. Tappa a Cagliari il 14 gennaio e Sassari il giorno dopo. Risate assicurate anche con Paola Minaccioni e il suo “Stupida show!” il 16 febbraio ad Alghero e poi a San Gavino Monreale. Tra gli altri spettacoli “La sorella migliore” con Vanessa Scalera il 25 gennaio a Tempio e poi a Olbia, Lanusei e San Gavino; “L’onesto fantasma” che ha tra gli interpreti Gianmarco Tognazzi il 23 febbraio a Ozieri e poi a Meana Sardo; “L’anatra all’arancia” con Emilio Solfrizzi e Carlotta Natoli il 4 aprile ad Alghero e tappe subito dopo a Olbia, Oristano e Carbonia; “La signora del martedì” con Giuliana De Sio e Alessandro Haber, dal 10 al 14 aprile a Cagliari e il 15 a Sassari.

Danza Non mancano spettacoli di danza, a cominciare da “Sabir” con l’ètoile internazionale Emanuela Bianchini in scena martedì a Sassari e nei giorni seguenti a Tempio, San Gavino Monreale, Carbonia e Cagliari. La Paul Taylor American Dance Company porterà le sue coreografie il 26 gennaio a Sassari e nelle due serate seguenti a Cagliari, mentre i ballerini Davide Dato e Sergio Bernal sono le stelle di “Duets and Solos” che si potrà seguire il 23 febbraio a Sassari per poi approdare a Cagliari. Tra gli altri appuntamenti da ricordare “Notre Dame de Paris”, spettacolo liberamente ispirato al romanzo di Victor Hugo che la compagnia Balletto di Milano porterà in scena nel capoluogo il 16 e 17 marzo dopo aver fatto emozionare la sera prima il pubblico di Sassari.

Cinema L’elenco dei film più attesi dell’anno sarebbe lungo, ma tra le prossime uscite in sala non si può fare a meno di segnalare il vincitore del Leone d’Oro all’ultima Mostra di Venezia: “Povere creature” di Yorgos Lanthimos che arriverà nei cinema il 25 gennaio. Ma insieme alle grandi produzioni internazionali e nazionali, è ormai un’abitudine vedere in sala anche film di registi sardi. Non c’è ancora una data precisa, ma visto la presentazione in festival del 2023 è ipotizzabile la distribuzione a breve di “Vangelo secondo Maria” di Paolo Zucca, con Benedetta Porcaroli e Alessandro Gassmann, “Il sogno dei pastori” di Tomaso Mannoni, con nel cast Astrid Meloni, Alessandro Gazale e Fabio Fulco, e del documentario “Uomini in marcia” di Peter Marcias che per l’occasione ha intervistato tra gli altri Ken Loach.

Letteratura Per quanto riguarda le novità editoriali, il 2024 si apre con l’atteso libro postumo di Michela Murgia che sarà in vendita tra pochi giorni. Nelle ultime settimane di vita la scrittrice, morta il 10 agosto scorso, ha raccolto i suoi pensieri in “Dare la vita” pubblicato da Rizzoli. Un pamphlet in cui racconta un altro modello di maternità, come si possa dare la vita senza generare biologicamente, come i legami d’anima possano sommarsi ai legami di sangue.
 

La crisi

Agriturismi, il lento declino: ogni anno sempre meno mentre in Italia crescono

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative