La Nuova Sardegna

Lutto

E’ morta Alice Munro scrittrice premio Nobel nel 2013: era la maestra riconosciuta del racconto

E’ morta Alice Munro scrittrice premio Nobel nel 2013: era la maestra riconosciuta del racconto

Aveva 92 anni. Nata in Canada, da dieci anni soffriva di demenza senile

14 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Roma E' morta all'età di 92 anni in una casa di cura nell’Ontario la scrittrice canadese Alice Munro, Premio Nobel per la Letteratura nel 2013: lo riferiscono i media canadesi. Considerata maestra del genere del racconto, Munro ha sofferto nell'ultimo decennio di demenza senile, i cui primi sintomi sono arrivati proprio nell'anno in cui ha vinto il Nobel.

La scrittrice canadese Alice Munro, considerata una delle maggiori autrici di racconti a livello internazionale, ha esaminato la vita quotidiana attraverso la lente della narrativa breve. Soffriva di demenza senile da oltre un decennio. Nel 2013 era stata insignita del Premio Nobel per la letteratura come "maestra del racconto breve contemporaneo" e subito dopo annunciò il suo ritiro dalla scrittura. Munro non si recò a ritirare il prestigioso riconoscimento dell'Accademia Svedese a Stoccolma perché già malata. Era nata a Wingham, nell'Ontario, il 10 luglio 1931. Definita "la Cechov canadese", l'opera della Munro si basava su forme e argomenti tradizionalmente ignorati dal mainstream letterario.

Solo in tarda età la reputazione della scrittrice ha cominciato a crescere: le sue storie sobrie di gente apparentemente semplice in un Canada non drammatico e di provincia hanno accumulato una serie di riconoscimenti importanti: per tre volte il Governor General's Literary Award, il National Book Critics Circle Award, l'O. Henry Award e il Man Booker International Prize. Tanti riconoscimenti culminati nel Nobel letterario, prima canadese a conquistarlo. Acclamata per i suoi racconti sull'oscurità e il desiderio che si trovano nella vita di tutti i giorni, ha pubblicato numerose raccolte di storie brevi e un romanzo.

In Italia Munro è stata ha pubblicata da Einaudi: "Il sogno di mia madre "(2001), "Nemico, amico, amante..." (2003), "In fuga" (2004), "Il percorso dell'amore" (2005), "La vista da Castle Rock" (2007), "Segreti svelati" (2008), "Le lune di Giove" (2008), "Troppa felicità" (2011), "Chi ti credi di essere?" (2012), "Scherzi del destino" (2013), "Danza delle ombre felici" (2013), "Uscirne vivi" (2014), "Lasciarsi andare" (2014), "Amica della mia giovinezza" (2015), ""Mobili di famiglia" (2016), "Una cosa che volevo dirti da un po'" (2016) e "La vita delle ragazze e delle donne" (2018). 

In Primo Piano
Emergenza

Siccità, nuove restrizioni. Ambrogio Guiso: «Un massacro per le campagne»

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative