La Nuova Sardegna

La Nuova @ Scuola
La Nuov@ Scuola

Il futuro si costruisce anche con i sogni. La fantasia non è un limite, è forza

di Giorgia Meloni*
Il futuro si costruisce anche con i sogni. La fantasia non è un limite, è forza

non proibite ai vostri figli di sognare sinché ne hanno l’opportunità, perché far smettere ad una persona di sognare, è paragonabile a proibirle di crearsi il proprio futuro e la propria carriera

14 novembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Cosa sono i sogni? Sono ciò di cui viviamo quando siamo bambini. Sogniamo sempre in grande, chi più e chi meno. Io sono il primo caso e continuo ad esserlo nonostante sia abbastanza grande, ma i sogni non hanno età e tutti abbiamo la possibilità e il diritto di sognare. I sogni però sono anche quelli che ci feriscono quando non riusciamo ad avverarli, e quindi ce la prendiamo col mondo, inveiamo contro il cielo e chiunque ci capiti sotto tiro.


Perché ce la prendiamo tanto se non riusciamo a realizzarli? Perché stavamo inseguendo il sogno di qualcuno che, purtroppo, ci ha lasciato troppo presto e non siamo riusciti a farglielo vivere, oppure perché non siamo stati abbastanza forti e costanti per riuscire ad esaudirlo e ci pentiamo di alcuni passaggi della nostra vita che ci hanno portato a sbagliare. Sentiamo di aver deluso il “noi bambino” e piangiamo, sentendoci in colpa per aver spezzato i sogni che avevamo lasciato realizzare a un qualcuno così innocente.

Non sempre però siamo noi ragazzi a spezzare i sogni stessi, capita fin troppe volte che una causa esterna ci ostacoli e non ci permetta di avverare il sogno. Un esempio possono essere gli stessi genitori che ci fanno cestinare le idee con le quali non concordano. Queste persone adulte però un tempo erano anche loro giovani, che hanno represso il proprio sogno per poter inseguire quello di altre persone e renderle felici.

Vorrei poter lanciare un messaggio ai genitori e agli adulti in generale: non proibite ai vostri figli di sognare sinché ne hanno l’opportunità, perché far smettere ad una persona di sognare, è paragonabile a proibirgli di crearsi il proprio futuro e la propria carriera. Chi dice che i sogni sono impossibili e irrealizzabili? Chi determina che sono soltanto delle cose astratte ed effimere? Niente e nessuno. Ogni giorno nel mondo ci sono tantissime persone che coltivano il proprio sogno e la propria passione, la quale un domani diventerà un lavoro. Dopotutto, da una passione deriva il sogno e dal sogno si può arrivare alla realtà. Cos’hanno di così sbagliato i sogni? Nulla, e allora perché gli adulti li sopprimono? Forse, per non farci etichettare come matti. I sogni e la realtà sono due facce della stessa moneta, o come diceva Athur Schopenhauer fogli dello stesso libro, perché se si sfogliano seguendo un ordine si segue la realtà, se si sfogliano in modo disordinato si segue il sogno. Di gente che sfoglia libri senza seguire un ordine se ne trova ovunque, fra questi i nostri idoli che sono tali perché hanno sognato e hanno creduto nel sogno. Tutti noi siamo grandi sognatori e non c’è nulla di sbagliato nel dirlo a voce alta, perché nessuno dovrebbe permettersi di dire «Non si realizzerà mai, sono solo fantasie da adolescente».

Quindi, cari adulti, date ascolto a ciò che tutti noi sogniamo, perché anche voi vi siete presi la libertà di sognare. Non privateci dell’unico mezzo per evadere dal mondo.

«Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso».

-Nelson Mandela.

*Giorgia è una studentessa dell’istituto De Sanctis Deledda di Cagliari


 

In Primo Piano
Sanità

Cagliari, l’ospedale Brotzu riapre dopo il black out

Le nostre iniziative