La Nuova Sardegna

La Nuova @ Scuola
La Nuova @ Scuola

Gioiello tecnologico all’Angioy di Sassari: visite guidate al nuovo braccio robotico

di Salvatore Marongiu*
Gioiello tecnologico all’Angioy di Sassari: visite guidate al nuovo braccio robotico

La nuova strumentazione amplia il numero dei laboratori mobili utilizzati nella didattica quotidiana quali droni, visori e realtà virtuale, realtà aumentata (due laboratori), stampa 3D, linguistico

08 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





L’Istituto Tecnico Industriale G.M. Angioy di Sassari implementa la propria dotazione tecnologica con un nuovo importante laboratorio mobile: una cella dotata di braccio robotico acquistato grazie ai fondi Pnrr. La nuova strumentazione amplia il numero dei laboratori mobili utilizzati nella didattica quotidiana quali droni, visori e realtà virtuale, realtà aumentata (due laboratori), stampa 3D, linguistico. I laboratori mobili sono fruibili da tutte le sei articolazioni presenti nell’Istituto: Elettrotecnica, Informatica, Telecomunicazioni, Meccanica e Meccatronica, Energia e Chimica.

L'intento è inserire la robotica e l’automazione industriale nella didattica quotidiana. Il nuovo robot è il FANUC ER-4iA, appartenente alla gamma standard FANUC, presente nel mondo con oltre 900mila robot installati, è tra i più diffusi negli impianti industriali in Italia. Il software ROBOGUIDE simula i comandi di movimento e applicativi dei robot, per progettare e testare offline in modo intuitivo. La cella robotica è un vero laboratorio mobile che incontra i bisogni di versatilità delle scuole moderne e in particolar modo della dinamicità degli ambienti di apprendimento tipici dell’Istituto Angioy.

Il braccio robotico è una riproduzione in scala di quelli presenti nelle catene di montaggio e nelle automazioni reali e offrirà agli studenti la possibilità di operare in ambienti di lavoro simili a quelli utilizzati in ambito industriale.Tramite l’innovazione tecnologica e la didattica per ambienti di apprendimento, si vuole dare a studenti e studentesse la possibilità di prepararsi bene per le sfide professionali future.

Il 2 febbraio è stato possibile effettuare visite guidate per vedere in funzione i laboratori mobili già presenti mentre il giorno dopo la scuola ha aperto le porte al territorio per la presentazione del nuovo braccio robotico.

*docente dell’Iti Angioy di Sassari e responsabile dell’ufficio tecnico


 

In Primo Piano
Il giallo e l’inchiesta

Ecco che cosa sappiamo sul caso di Francesca Deidda

di Luciano Onnis
Le nostre iniziative