Monica Pulina chiede i conti della tassa di soggiorno

ALGHERO. «A quanto ammontano gli introiti dell’imposta di soggiorno nel 2015? E come sono stati impiegati? Chi sono i soggetti che hanno effettuato gli interventi previsti o ai quali sono stati...

ALGHERO. «A quanto ammontano gli introiti dell’imposta di soggiorno nel 2015? E come sono stati impiegati? Chi sono i soggetti che hanno effettuato gli interventi previsti o ai quali sono stati affidati quei soldi?». Sono le domande che la consigliera comunale Monica Pulina, ormai definitivamente ascrivibile all’opposizione, rivolge al sindaco Mario Bruno attraverso una lunga e dettagliata interrogazione depositata nei giorni scorsi.

L’ex esponente dell’Udc, che un mese fa non ha condiviso la scelta del suo partito di rientrare nei ranghi della coalizione che governa Alghero, chiede che «vengano illustrati i risultati delle azioni messe in campo dall’amministrazione comunale per contrastare l’abusivismo e quelli del progetto in favore dell’emersione del sommerso», come scrive nell’interrogazione, ricordando alcuni degli obiettivi che erano stati affidati nel 2014 all’istituzione della tassa di soggiorno.

Secondo Monica Pulina, è necessario anche che «vengano chiarite la strategia e le azioni messe in campo in materia di promozione e informazione turistica e quali interventi siano stati attuati a sostegno dello sviluppo turistico». Anche in questo caso, si tratta di obiettivi strategici che nelle intenzioni dell’amministrazione dovrebbero essere sostenuti attraverso le entrate garantite dalla tassa di soggiorno.

In ultima istanza, alla consigliera piacerebbe sapere anche «quali azioni il Comune intende mettere in campo per garantire un accettabile livello di decoro cittadino». Monica Pulina chiede, infine, «che sia convocata il consiglio comunale per discutere di strategie e azioni prioritarie per superare le criticità». (g.m.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes