Serata da star per la banda della Finanza

Applauditissima esibizione della fanfara diretta dal maestro Laserra Ingrosso. Oggi sfilata dei reparti delle fiamme gialle

ALGHERO. Il XX raduno nazionale della Associazione dei Finanzieri d'Italia ha vissuto ieri il momento forse più emozionante: il ricco programma di eventi presentava infatti il concerto della banda musicale della Guardia di finanza. La giornata si era aperta nel primo pomeriggio con la partecipazione alla messa nella cattedrale di Santa Maria.

Il pezzo forte, quello più travolgente, è arrivato ieri alle 19 , sul palco allestito sulla banchina Dogana, a ridosso delle mura storiche della città catalana, che ha scatenato entusiasmo e condivisione nelle migliaia di persone che vi hanno assistito. I 102 maestri diretti dal tenente colonnello Leonardo Laserra Ingrosso hanno infatti eseguito magistralmente musiche care al popolo italiano e apprezzate universalmente. Tra queste, dopo la Marcia d'Ordinanza della Guardia di finanza, il Barbiere di Siviglia di Rossini, il Nabucco di Verdi, la Leggenda del Piave, West Side Story e ancora tante altre.

Tutte accompagnate da lunghi e calorosi applausi. Un concerto che sarà ricordato a lungo per la qualità delle esecuzioni e la professionalità degli esecutori.

Va detto che la banda musicale della Guardia di finanza, fondata nel 1926 per riunire tutte le fanfare dei diversi reparti del corpo, nel corso della sua storia ha ottenuto prestigiosi consensi a ogni livello, esibendosi in contesti di valore altissimo quali la Scala di Milano, l’Accademia nazionale Santa Cecilia di Roma, il San Carlo di Napoli, la Fenice di Venezia, tanto per citarne alcuni, ma riscuotendo anche apprezzamenti all’estero, in Germania, Lussemburgo, Svizzera, Francia, Belgio, Stati Uniti, Emirati Arabi. Indimenticabile il concerto tenuto a New York nel 2002 per le celebrazioni del Columbus Day a Ground Zero, diventato luogo simbolo per l’intero popolo americano dopo la tragedia dell’11 settembre.

Incredibile la presenza di pubblico, ieri sera sulla banchina Dogana: oltre ai posti a sedere allestiti davanti al palco, migliaia di persone vi hanno assistito in piedi occupando l’intera banchina Garibaldi e tutte le postazioni dei bastioni dalle quale era possibile ammirare anche uno scenario unico, comprese le unità navali della Guardia di finanza giunte ad Alghero per la celebrazione del raduno.

Una testimonianza del gradimento suscitato dal concerto giunge dal lunghissimo e caloroso applauso al termine dell’esecuzione conclusasi con il Canto degli Italiani.

La serata è stata presentata da Venere Rosati. Il raduno si concluderà oggi e sull’onda dell’entusiasmo suscitato dal concerto, stamane si assisterà a un momento non meno emozionante: la sfilata dei reparti della Guardia di Finanza e dei Radunisti.

L’evento è previsto per le 11 sulla Via Garibaldi, il lungomare antistante il porto storico.

Poco prima della cerimonia si terrà la premiazione dei vincitori della mostra di pittura e del concorso letterario. Iniziative che hanno fatto da corollario ai tanti eventi di questo XX Raduno nazionale delle Fiamme Gialle. Dopo la sfilate sarà il momento di un'altra cerimonia non meno toccante l’ammaina bandiera in piazza Porta Terra. Ma non ammainerà il ricordo e la gratitudine della gente di Sardegna verso la Guardia di finanza e l’Associazione nazionale, per aver consentito a tutti di vivere tre giornate straordinarie durante le quali sono sempre apparsi in prima linea, insieme all’orgoglio di appartenenza al Corpo, quei valori che tengono insieme un popolo e una nazione. Valori dei quali i militari della Guardia di finanza sono depositari a pieno titolo.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes