Palacongressi in abbandono, danni e pericoli

ALGHERO. L'ondata di maltempo che la scorsa settimana ha colpito il Nord Ovest della Sardegna non ha certo risparmiato il palazzo dei congressi “ Maria Pia”. L'imponente edificio a due passi dal...

ALGHERO. L'ondata di maltempo che la scorsa settimana ha colpito il Nord Ovest della Sardegna non ha certo risparmiato il palazzo dei congressi “ Maria Pia”. L'imponente edificio a due passi dal mare è stato infatti colpito in pieno dal fortunale. La grandinata e le violente raffiche di vento, hanno provocato ulteriori danni alla struttura già in condizioni di degrado per lo stato di abbandono ultraventennale, creando ora una nuova situazione di pericolosità a causa di pannelli che sono stati strappati dall'impianto e sono finiti al suolo, altri pericolanti, vetrate frantumate dal vento e altre danneggiate da chicchi di grandine delle dimensioni di limoni.

Un disastro che va ad aggiungersi a quello preesistente, e aggrava la decadenza di una struttura nata per determinare sviluppo e occupazione ma che fino a oggi è stata solo un modello di come sono state spese ingenti risorse pubbliche senza arrivare ad affermare il completamento e l’entrata in esercizio di un’opera di grande interesse generale.

Il peggioramento della situazione dell'impianto pone oggi legittime perplessità su quello che sarà il futuro del centro congressi. Saranno necessari costi ulteriori per il ripristino della funzionalità, e messa a norma, in previsione di un auspicabile gestione operativa. L'impianto è costato oltre 20 milioni di euro, è l'unico in Sardegna per dimensioni e capacità di posti, oltre 1200, e la sua ubicazione nell’area di Maria Pia venne individuata in quanto in quel sito era prevista la nascita di attività ricettive che poi non sono state realizzate. (g.o.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes