Alghero, la donna uccisa dal marito si era rivolta a un centro antiviolenza

Michela Fiori, la vittima

La coppia stava affrontando un tormentato cammino di separazione

ALGHERO.

Michela Fiori, 40 anni, dipendente di una cooperativa che gestisce i servizi di assistenza domiciliare per conto dei servizi sociali del Comune, è la donna uccisa questa sera 23 dicembre ad Alghero, nel suo appartamento di via Vittorio Veneto.

Del femminicidio è accusato il marito, Marcello Tilloca, 42 anni, carrozziere e imbianchino, che intorno alle 19 si è presentato nella caserma dei carabinieri di Alghero insieme all'avvocato Stefano Carboni.

Marcello Tilloca, il reo confesso

Da quanto si è appreso sinora, i due - che hanno due figli piccoli - stavano affrontando una tormentata separazione e sembra che la donna di recente si fosse anche rivolta al Centro di ascolto antiviolenza. Questa sera l'uomo è entrato in casa e l'ha strangolata. Nell'appartamento i rilievi sono stati fatti dai carabinieri della sezione investigativa scientifica.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes