Edizione record per la Family Festival

Oltre 23mila visitatori durante i quindici giorni di eventi dedicati alla famiglia

ALGHERO. Terza edizione da record per l’Alguer Family Festival, quindici giorni di eventi dedicati e incentrati sulla famiglia. Qualunque sia il concetto di famiglia che i cittadini vogliono vivere o esprimere trova spazio nel festival, questo il mantra iniziale promosso e ripetuto a fine settembre in conferenza stampa di presentazione. E così è stato. L’Alguer Family Festival, coordinato dall'ufficio politiche familiari del comune, nelle persone di Mauro e Filomena Ledda, ha dato ampio spazio a genitori, bambini e bambine, zii e zie, nonni e nonne, animali da compagnia e da fattoria. Oltre 23 mila i visitatori durante le due settimane di eventi concluse domenica 13 ottobre. Numeri che raccontano la voglia di eventi, giochi e spazi dedicati alla comunità e che segnalano il crescente interesse di un target avido di vivere sempre nuove esperienze. Numeri che includono oltre ai locali, numerose famiglie di turisti e residenti nell'hinterland che hanno visitato i quattro spazi individuati in città per lo svolgimento delle manifestazioni e altrettanti spazi che hanno ospitato gli eventi fuori dalle mura cittadine e nel parco. «Un'esperienza – raccontano Mauro e Filomena Ledda - che grazie alla dedizione, la disponibilità e la passione di tanti ha permesso di sperimentare un autentico clima di famiglia».

La manifestazione ha visto la collaborazione di moltissime associazioni cittadine per un totale di 212 collaboratori attivi che hanno ruotato nei 34 laboratori e le decine di eventi che si sono succedute dal 1 ottobre. Molto apprezzate le iniziative pensate per tutte le età, trasversali nelle tematiche e nel linguaggio utilizzato: mostre, seminari, laboratori, spettacoli, giochi di una volta, mercatini ed eventi di grande impatto come l'Abacadabra day, che ha registrato oltre 4.000 presenze.

«Un grazie di cuore alla Fondazione Alghero che ha creduto nell'iniziativa e all'amministrazione comunale con la quale prosegue l'impegno nel rendere Alghero una città sempre più amica della famiglia, laboratorio e modello a cui guardano con crescente interesse moltissimi comuni di tutta Italia e ora anche d'Europa», concludono gli organizzatori.

Erika Pirina

WsStaticBoxes WsStaticBoxes