Sette donne sole si raccontano

Al teatro Civico in scena lo spettacolo del progetto “Donna e altre sopraffazioni”

ALGHERO. Sette donne e sette storie scandite dal nome dei giorni della settimana per raccontare la contemporaneità da diverse angolazioni, tutte al femminile, sondandone l’universo in base a condizione economica, solitudine, provenienza, violenza e altre forme di prevaricazione, dalle più manifeste alle più subdole e sottili.

Domenica e lunedì al teatro Civico di Alghero va in scena “Sette donne sole”. L’autore è Michele Vargiu, la regia è di Federico Pacifici, le protagoniste sono Maria Antonietta Caria ed Elisabetta Dettori, l’accompagnamento ritmico è del percussionista Marco Malatesta, i costumi e le scenografie sono di Fabio Loi, il disegno luci è di Tony Grandi. Grazie a loro il palcoscenico diventa un luogo universale, un confessionale in cui evocare con pudore quasi intimo l’episodio che ha rappresentato la svolta della propria esistenza, nel bene o nel male, il momento che le ha portate alla condizione in cui si trovano quando la loro storia entra in scena.

Lo spettacolo prodotto dall’associazione culturale Les Bruixes nasce dal destino di un incontro tra due donne, il loro mondo interiore e la passione per il teatro. “Sette donne sole” fa parte di un progetto a più ampio respiro, “Donna e altre sopraffazioni”, che prevede diversi appuntamenti nel corso della stagione teatrale, per porre l’accento sul femminile e sul più debole visto da varie angolazioni.

Il progetto in collaborazione con la società Umanitaria di Alghero è patrocinato dal Comune di Alghero e della Fondazione Alghero. Domenica lo spettacolo andrà in scena alle 20, mentre lunedì alle 11 il matinée sarà dedicato alle scuole. (g.m.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes