Bellezza che aiuta: i turbanti di Marras per vincere il tumore

I foulard dello stilista in dono alle pazienti oncologiche. Progetto nato dall’amicizia tra Dee di Vita e Mantero Seta

ALGHERO. Un gesto di solidarietà attraverso la bellezza, quella che rafforza l’autostima e aiuta, come conferma la scienza, a superare anche i momenti più duri di una malattia che oggi si può affrontare e vincere.

Ieri all’Ospedale Civile di Alghero sono stati consegnati, alle pazienti dell’Oncologia, i turbanti donati dall’Associazione no profit Dee di Vita grazie all’idea dell’Azienda Mantero Seta e il coinvolgimento di Antonio Marras nella realizzazione di 10 turbanti firmati dallo stesso stilista.

«Tutto è cominciato a Milano grazie all’amicizia che ci lega a Maria Mantero – racconta Patrizia Sardo Marras, moglie dello stilista e coinvolta in prima persona nell’iniziativa –. Abbiamo scelto alcuni disegni dal grande archivio dell’azienda protagonista della grande tradizione della seteria comasca, inoltre Antonio ne ha anche realizzato 5 disegnando direttamente sul tessuto e altri 5 sono stati ricamati nel nostro laboratorio». I 10 foulard sono diventati dei preziosi pezzi unici che sono andati all’asta insieme ad altri 100 turbanti di seta e cashmere realizzati dalla Mantero Seta di Como, il 5 dicembre. L’asta milanese, con relativa sfilata, ha avuto un grande successo grazie a una battitrice d’eccezione: Geppi Cucciari, il ricavato è andato all’ospedale San Raffaele di Milano.

«Abbiamo voluto portare la donazione anche qui, regalando i turbanti alle malate degli ospedali di Sassari, Alghero e Ozieri– dice Patrizia Sardo Marras–. Avevamo notato nel reparto dell’ospedale di Sassari una cura particolare degli ambienti, uno sforzo estetico per rendere questi spazi più sereni e sostenere un atteggiamento positivo delle pazienti. Perdere i capelli, fa sentire ancora di più esposte e nude le donne davanti alle cure che devono affrontare. Tutto questo grazie all’Associazione “Mariangela Pinna” che garantisce sostegno psicologico alle malate anche fornendo parrucche e con delle sedute e dei corsi specifici di make up. Restituire la bellezza fa parte della terapia e le statistiche lo confermano».

L’Associazione “Mariangela Pinna” Onlus aveva presentato l’iniziativa a Sassari in occasione del convegno “Oncologia al Femminile”, e i turbanti sono stati donati ieri alle pazienti dell’Oncologia di Alghero alla presenza del direttore il dottor Giovanni Baldino e del presidente dell’Associazione dottor Antonio Contu. La Dee di Vita è un’iniziativa solidale che nasce dalla creazione del turbante VITA, ideato dal team Mantero con l’obiettivo di sostenere le attività di “Salute allo Specchio”, il progetto dell’Ospedale San Raffaele volto ad aiutare le donne in cura presso i reparti oncologici a ritrovare il desiderio di prendersi cura del proprio aspetto, per stare meglio con se stesse e con le persone che hanno accanto.

«Oltre il gesto di solidarietà questa iniziativa è un modo per sensibilizzare tutti su questo aspetto fondamentale delle cure oncologiche – conclude Patrizia Sardo Marras –. È importante far conoscere il progetto “Salute Allo Specchio” in tutta Italia».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes