A Maria Pia la bellezza degli stagni temporanei

wALGHERO. La natura si appropria di Maria Pia. Le eccezionali piogge di dicembre e gennaio hanno regalato un paesaggio mozzafiato nei terreni incolti di viale 1 Maggio. Si sono creati infatti, degli...

wALGHERO. La natura si appropria di Maria Pia. Le eccezionali piogge di dicembre e gennaio hanno regalato un paesaggio mozzafiato nei terreni incolti di viale 1 Maggio. Si sono creati infatti, degli stagni temporanei che hanno immediatamente attratto gli uccelli che comunemente è possibile trovare all’interno della laguna del Calich. Uno spettacolo che ha incuriosito in tanti tra abituali frequentatori della zona per l’attività sportiva, automobilisti e amanti della fotografia naturalistica.

Si tratta di un fenomeno naturale derivato dalla vocazione dei terreni di Maria Pia che costituiscono il cordone retrodunale di confine con la laguna del Calich e che durante l’inverno sono predisposti ad allagarsi e creare pozze temporanee. Chi si è avvicinato con discrezione ha potuto quindi ammirare garzette, aironi, germani, mestoloni, moriglioni. Gli stagni temporanei mediterranei costituiscono un habitat prioritario con presenza di acque dolci stagnanti dove la vegetazione è costituita in prevalenza da specie annue (terofite) e geofite di piccola taglia.

Oggi tra l’altro si celebra la giornata mondiale delle zone umide.

Sergio Ortu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes