Alghero, morto il cane abbandonato in un cassonetto dei rifiuti

Era stata una donna a dare l'allarme. Nonostante le cure dei veterinari la bestiola non ce l'ha fatta

ALGHERO. Purtroppo non ce l'ha fatta a sopravvivere il cane trovato, nel pomeriggio di mercoledi, all'interno di un cassonetto per la raccolta dei rifiuti lungo la strada che porta al Santuario di Valverde dove è stato abbandonato.

È stata una donna che passava nella zona ad accorgersi del cane, dopo aver sentito i guaiti dell'animale provenire dall'interno del contenitore. Preoccupata e intuendo che cosa stava sucedendo, ha rovistato tra i rifiuti ed ha estratto un involucro di plastica dove all'interno c’era il cane, un meticcio di taglia media, che, ancora, dava flebili segni di vita.

La donna ha quindi avvertito la Polizia locale che è prontamente intervenuta, chiamando il servizio veterinario della Asl.

Il cane è stato trasportato in ambulatorio, dove l'equipe veterinaria ha cercato in tutti i modi di strapparlo alla morte. Purtroppo ogni sforzo è stato inutile perché il povero cane ha cessato di vivere poco dopo il soccorso. Dalle analisi è risultato privo di microchip, per cui è difficile, se non impossibile, risalire alla sua identità e a quella di un eventuale proprietario.

Sulla vicenda intanto stanno indagando gli agenti della Polizia locale coordinati dal comandante Carmelo Pais. In queste ultime ore sono state sentite diverse persone che potrebbero avere visto o udito qualcosa.

Nella zona purtroppo non sono presenti telecamere che possano aver ripreso il responsabile di un gesto di una crudeltà inaudita. Non essendoci in città un cimitero per animali, il cane è stato consegnato dai veterinari della Asl alla Ciclat, società che gestisce in città lo smaltimento dei rifiuti.

Negli ultimi mesi sono stati registrati numerosi casi di violenza su animali ad Alghero, soprattutto su cani e gatti. Su alcuni di questi episodi sono ancora in corso indagini.(n.n.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes