Buoni spesa, 100mila euro per le famiglie bisognose

I Servizi sociali hanno accolto 477 delle 1040 domande presentate in Comune Al via adesso la seconda fase del programma: disponibili altri 150mila euro

ALGHERO. Centomila euro di buoni spesa per 477 beneficiari, sono stati assegnati dai servizi sociali comunali in concomitanza con le festività pasquali. L'assegnazione definitiva è avvenuta a seguito dell'istruttoria delle 1040 domande pervenute degli uffici comunali. Oltre alla possibilità di recarsi al negozio portando con sé la tessera sanitaria e il codice pin, la spesa può essere fatta anche semplicemente esibendo il numero di codice fiscale e, sempre con codice pin, con l'utilizzo dello smartphone previo caricamento di apposita app. Inoltre, il buono può essere stampato su carta per presentarlo all'esercizio commerciale che attraverso lettura ottica di un codice a barre, consente di pagare la spesa. Il procedimento continua, con il reperimento delle informazioni necessarie, non rese in sede di presentazione della domanda.

Per questo motivo sono state accantonate le somme in attesa di accertare il diritto al beneficio che potrà avvenire non prima della prossima settimana. Al momento residuano risorse per circa 50mila euro che potranno essere assegnate agli altri beneficiari presenti in graduatoria, seppur già assegnatari di buoni nella precedente tranche. Al beneficio infatti sono stati ammessi tutti, ma con priorità a chi non ha beneficiato delle prima tranche, erogata in precedenza, a dicembre 2020. L'assessora Maria Grazia Salaris evidenzia il lavoro fatto dagli uffici dei servizi sociali comunali, «che consente di attuare importanti misure di sostegno per far fronte alla crisi economica conseguente alla pandemia. Fra queste vanno sottolineati i voucher alimentari, il Bonus 800 euro, i contributi economici straordinari: misure attuate in forma completamente informatizzata, innovativa e veloce, il tutto a beneficio dei cittadini algheresi in momentaneo stato di difficoltà». L'elenco dei negozi presso i quali è possibile spendere il voucher è disponibile nella piattaforma Sicare, a cui si accede con le stesse credenziali già utilizzate per presentare le domande.

La somma disponibile è quella residua dal precedente utilizzo dei 300.624,61 euro riconosciuti al Comune di Alghero attraverso il decreto “Ristori Ter” ed utilizzati nella prima fase, tra dicembre e gennaio, quando si riuscì ad erogare i buoni per la spesa a circa 800 famiglie. Ora parte la seconda fase del programma, con la spendita di 150 mila euro residui. I buoni vanno da un minimo di 130 a un massimo di 400 euro e potranno essere spesi per l’acquisto di generi alimentari nelle attività che hanno aderito all’elenco promosso dal Comune di Alghero con evidenza pubblica. La procedura che oggi si sta concretizzando è stata avviata con avviso pubblico il 24 marzo, con scadenza per le domande al primo di aprile.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes