Cittadella sportiva, si va avanti

Proseguono gli incontri organizzati dai promotori del progetto: «Maria Pia sarà un fiore all’occhiello»

ALGHERO. Il progetto per la riqualificazione dell'area attorno agli impianti sportivi di Maria Pia va avanti e sta coinvolgendo sempre più persone: sportivi, commercianti e semplici cittadini. «Non male per una cosa nata per caso, quasi per gioco dopo una chiacchierata tra amici» ha detto Giorgio Persico, presidente provinciale dell'ente di promozione sportiva Pgs. Persico, insieme ad un gruppo di amici del Pgs, si è fatto portavoce del progetto che, di fatto, non sarebbe di difficile attuazione.

Si tratta di rendere decorosa la zona di Maria Pia, soprattutto quella attorno alle strutture sportive. Una zona dove, con gli anni, è diventata una cittadella dello sport: calcio, rugby, baseball, tennis, equitazione, agility dog, atletica leggera e nuoto. Non solo, ma ha ospitato e ospita grandi eventi sportivi, alcuni di caratura mondiale: dalla serie A di rugby al mondiale di tennis in carrozzina, senza dimenticare che nel 2007 nell'impianto del Tennis Club Alghero a Maria Pia è arrivata persino la Coppa Davis con la l'incontro Italia - Lussemburgo. Diverse strutture sportive ben curate, ma solo all'interno perché la parte esterna è sotto gli occhi di tutti.

Da anni, se non da sempre, nessuno ha mai messo mani seriamente per rendere la zona decorosa dal punto di vista della viabilità, del verde urbano e della cartellonistica. Questo in sostanza è quanto si prefigge il gruppo di persone che dall'inizio dell'anno si incontra periodicamente in videoconferenza vista l'emergenza sanitaria in corso. L'ultimo incontro si è tenuto martedì scorso con la partecipazione di circa trenta persone tra i promotori dell'iniziativa, commercianti della zona, residenti, società sportive e i rappresentanti di alcuni comitati di quartiere della città. «In quest'ultimo incontro si è discusso della forma giuridica più adeguata che possa mettere insieme tutte le persone che vorranno aderire al progetto. Poi da alcuni ospiti sono emerse idee interessanti. Per esempio – ha evidenziato Giorgio Persico – Antonio Baldino, allenatore di calcio a 5, ha proposto una giornata dedicata alla pulizia di Maria Pia con la partecipazione di volontari. Poi Enrico Daga, in rappresentanza della Pergola, una delle aziende storiche presenti a Maria Pia, ha proposto di coinvolgere l'Università di Sassari. Tutte cose interessanti che sottoporremo all'amministrazione comunale. Nei prossimi giorni - ha annunciato Persico - inviteremo il sindaco e altri componenti della giunta comunale, a partecipare ad un nostro incontro per esporre le nostre idee e, insieme, portarlo avanti».

Il progetto potrebbe prevedere un nuovo manto stradale ecologico, illuminazione a led alimentata dal sole, segnaletica verticale ed orizzontale, verde ben curato quotidianamente, pista ciclabile, pista jogging, parcheggi dotati di colonnine per la ricarica dei mezzi elettrici, basi per il car e bike sharing, un mezzo per il trasporto pubblico e ancora copertura totale wi-fi, una app dedicata per le informazioni su tutti gli eventi sportivi organizzati durante l'anno dalle varie associazioni e molto altro ancora. Insomma. un progetto di riqualificazione che potrebbe far diventare Maria Pia, un fiore all'occhiello della città.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes