Tra Comitato rinascita e vertici del Consorzio clima incandescente

ALGHERO. A Carrabuffas si fa sempre più incandescente il rapporto tra il Comitato per la rinascita e vertici del Consorzio. Lo stesso Comitato dice di aver appreso «con stupore dalla stampa, che l’as...

ALGHERO. A Carrabuffas si fa sempre più incandescente il rapporto tra il Comitato per la rinascita e vertici del Consorzio. Lo stesso Comitato dice di aver appreso «con stupore dalla stampa, che l’assemblea dell’11 ottobre sarebbe stata annullata su richiesta del Consorzio per irregolarità nella convocazione, nello svolgimento e, pare di capire, negli elenchi degli aventi diritto al voto. Giova sottolineare – precisano dal Comitato – che tale assemblea è stata convocata con lettera firmata dalla presidenza uscente, è stata diretta dall’inizio alla fine dalla presidenza uscente, coadiuvata da un funzionario comunale, senza che fosse segnalata alcuna irregolarità, e che le liste degli aventi diritto al voto sono state portate in assemblea dalla medesima presidenza uscente. Se queste ragioni di annullamento fossero confermate – scrivono dal Comitato – presidenza e segreteria del Consorzio sottoscriverebbero una sorta di autodichiarazione di gravi responsabilità, considerato che già una precedente assemblea era stata annullata per irregolarità di convocazione da parte della medesima presidenza. L’azione di annullamento in autotutela appare quindi una forma pretestuosa per cancellare un risultato elettorale regolare e plebiscitario avverso». (n.n.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes