Usava cartelli di divieto di caccia per avere una “riserva” privata

Un allevatore di 47 anni di Dolianova è stato arrestato dai carabinieri. Nei suoi ovili nascondeva duecento cartelli. Sequestrati due fucili e attrezzatura per la caccia di frodo

DOLIANOVA. Nascondeva nei suoi ovili oltre 200 cartelli di divieto di caccia della Provincia di Cagliari che utilizzava per creare delle «riserve personali» dove poter esercitare indisturbato l’attività venatoria. È questa l’ipotesi dei carabinieri che hanno arrestato Franco Corda, allevatore di 47 anni, proprietario di due ovili nelle campagne di Dolianova dove sono stati sequestrati due fucili e attrezzatura per l caccia di frodo. L’uomo è finito in cella a Buoncammino per detenzione illegale di armi e munizioni. In casa dell’allevatore e negli ovili sono stati trovati due fucili calibro 12, una a canne sovrapposte e l’altro a canne parallele, con marca e matricole abrase; una sessantina di cartucce; 24 lacci d’acciaio; 11 reti per l’uccellagione; 25 tagliole.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes