La Nuova Sardegna

Cagliari

«La Sardegna diventi un cantone marittimo della Svizzera»

«La Sardegna diventi un cantone marittimo della Svizzera»

La provocazione su Facebook: «Alle elezioni annullate le schede per protesta. L’Italia venda pure l’isola agli elvetici»

14 febbraio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Un invito-provocazione a tutti i sardi scontenti che non si sentono rappresentati dalle liste dei partiti è stato lanciato dal Movimento Facebook «Canton Marittimo». Dal social network si chiede che domenica prossima gli elettori vadano a votare ma annullino la scheda apponendo la scritta Canton Marittimo. Chiedendo così che l'Italia venda l'isola alla Svizzera.

«Un'isola al centro del Mediterraneo - è scritto in un post - bellezze naturali incomparabili, un patrimonio culturale e storico millenario e circa un milione e mezzo di abitanti in oltre 24.000 km quadrati di territorio: questa è la Sardegna, annullata e impoverita da decenni di amministrazioni che hanno fatto troppi errori. Questa la nostra provocazione: l'Italia venda pure la nostra terra alla Svizzera, una nazione che ha fatto dell'efficienza e della eccellenza amministrativa e del rispetto e valorizzazione delle culture identitarie soltanto alcuni dei suoi punti di forza». Il nuovo «Canton marittimo» della Svizzera sarà quindi la Sardegna.

In Primo Piano
Monta la protesta

Agricoltori e allevatori sardi si mobilitano: il 17 giugno comincia il “mese della collera” contro i danni della siccità

Le nostre iniziative