La Nuova Sardegna

Cagliari

Abbanoa pronta alla battaglia contro l’istanza di fallimento

Abbanoa pronta alla battaglia contro l’istanza di fallimento

La richiesta è arrivata dalla Procura di Nuoro per la situazione finanziaria del gestore idrico. L’assemblea, intanto, è stata rinviata al 19 marzo

14 marzo 2014
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Abbanoa pronta alla battaglia contro la richiesta di fallimento arrivata dalla Procura di Nuoro per la situazione finanziaria del gestore idrico. Questa mattina si sono riuniti a Cagliari i soci della Spa per decidere il da farsi in vista della prima udienza fissata per il prossimo 18 marzo nel capoluogo barbaricino. Edoardo Balzarini, direttore generale dell'assessorato regionale dei Lavori pubblici, ha chiesto un rinvio dell'Assemblea di cinque giorni: i soci si rivedranno, pertanto, il 19 marzo sempre a Cagliari. Dopo la capitalizzazione è proprio la Regione, infatti, a detenere il pacchetto di maggioranza della Spa con il 46% delle quote. Nel frattempo emerge la linea difensiva di Abbanoa. Due le argomentazioni portate dalla società all'attenzione del giudice. Primo punto, il gestore sostiene innanzitutto la non fallibilità in quanto società pubblica con affidamento «in house providing» del servizio pubblico essenziale. Riguardo poi la situazione finanziaria, Abbanoa sostiene che l'insolvenza non ci sia e che le poste attive sono adeguate per onorare quelle di debito. Le criticità, secondo Abbanoa, sono superate in primis dal recupero dei conguagli sulla basa delle disposizioni della delibera di dicembre della Autorità per l'energia elettrica. Poi c'è la capitalizzazione con il versamento deliberato dagli azionisti lo scorso settembre di complessivi 142 milioni di euro: già messa a disposizione una tranche di 59 milioni mentre entro giugno dovrebbero arrivare gli altri 83 milioni. Tutti problemi sorpassati, sempre secondo la società, con la riorganizzazione integrale del servizio di accertamento di consumi, fatturazione, incasso e recupero credito con incassi significativi già nell'esercizio 2013. (ANSA).

Elezioni regionali 2024
La polemica

Alessandra Todde a Christian Solinas: «Sospenda le 200 delibere inopportunamente adottate all’oscuro dei cittadini sardi»

Le nostre iniziative