A ridosso delle elezioni rinviò la demolizione dei baretti: a giudizio l’ex sindaco di Cagliari Emilio Floris

Ora senatore di Forza Italia, deve rispondere di abuso d’ufficio assieme all’ex dirigente del Comune Pietro Cadau

CAGLIARI. L'ex sindaco di Cagliari Emilio Floris, oggi senatore di Forza Italia, dovrà comparire il 28 novembre prossimo davanti ai giudici della prima sezione penale del Tribunale del capoluogo sardo per rispondere dell'accusa di abuso d'ufficio. Con lui anche l'ex dirigente generale del Comune, Pietro Cadau.

Il gup Giamapolo Casula ha infatti accolto la richiesta di rinvio a giudizio formulata dal sostituto procuratore Gaetano Porcu al termine dell'inchiesta-bis sui chioschetti abusivi del Poetto, la spiaggia del litorale di Cagliari.

Floris era stato indagato per aver emanato un'ordinanza, nel maggio del 2011 a pochi giorni dalle elezioni comunali, che di fatto rinviava la demolizione delle strutture del lungomare. Un atto di carattere urgente deciso a ridosso dalla fine del suo mandato.

A difendere il senatore, gli avvocati Rita Dedola e Francesco Marongiu, mentre il legale Michele Schirò assiste il coimputato Pietro Cadau, ex direttore generale del Comune e poi commissario straordinario della Provincia di Cagliari.

Il gup Casula ha dunque deciso che sarà un processo a decidere come sono andati i fatti, rinviando tutto davanti al collegio della prima sezione presieduto da Mauro Grandesso.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes