La Nuova Sardegna

Cagliari

Colpisce il rivale con l’accetta, arrestato per tentato omicidio

di Gian Carlo Bulla
Colpisce il rivale con l’accetta, arrestato per tentato omicidio

Finisce nel sangue una lite in un bar ad Armungia, ristoratore 25enne in ospedale con una profonda ferita alla schiena

28 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ARMUNGIA. È entrato nel bar con un’accetta e ha colpito alla scapola e a una gamba un quasi coetaneo che adesso è ricoverato in ospedale con una profonda ferita alla schiena. Per il feritore, invece, si sono aperte le porte di una cella. Si chiama Stefano Murrutzu, è 24enne disoccupato di Armungia che adesso è chiamato a rispondere dell’accusa di tentato omicidio.

È accaduto intorno alla mezzanotte di ieri, nel bar centrale del paese, a conclusione di una violenta lite che poteva trasformarsi in tragedia.

Il ferito ha 25 anni, si chiama Thomas Dessì, e fa il ristoratore in Germania dove è nato da una famiglia di emigrati del paese.

Murrutzu, che dopo aver colpito il rivale e disarmato dagli altri avventori si è dato alla fuga, è stato rintracciato e arrestato dai carabinieri della stazione di Armungia e del nucleo operativo di San Vito.

Secondo la ricostruzione, Stefano Murrutzu – durante la lite esplosa per futili motivi – è uscito dal bar, è andato nella sua abitazione e si è armato con l’accetta. Tornato nel locale, ha sorpreso Thomas Dessì di spalle e senza lasciargli nemmeno il tempo di reagire lo ha colpito alla schiena, nella zona scapolare destra, e alla gamba. Sono stati gli stessi clienti del bar a bloccarlo, strappandogli di mano l'accetta.

Dessì è stato trasportato all'ospedale San Marcellino di Muravera dove è stato medicato per la ferita superficiale alla gamba e quella più profonda alla scapola, per la quale sono stati necessari numerosi punti di sutura.

Elezioni regionali 2024
Elezioni regionali 2024

Come si vota: ecco le regole

Le nostre iniziative