La Nuova Sardegna

Cagliari

Impoverimento e sfratti, ViviAssemini lancia l’allarme

Impoverimento e sfratti, ViviAssemini lancia l’allarme

Il comitato chiede al Comune politiche urgenti sulla casa

29 agosto 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ASSEMINI. Sfratti: una drammatica emergenza sociale. Il Comitato civico ViviAssemini lancia il grido d'allarme: «Crescono i disoccupati e lo stato di indigenza delle famiglie. Pagare l'affitto di casa rappresenta sempre più un argine insormontabile. Una vera e propria emergenza sociale. Chiediamo dunque al Comune politiche concrete sulla casa».

«Esprimiamo preoccupazione – scrive il portavoce del movimento Gianluca Spada - per il dramma sociale che colpisce un numero crescente di famiglie impossibilitate a pagare l’affitto per sopravvenuti problemi economici (morosi incolpevoli), ovvero coloro che versano in condizioni di morosità a causa della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale (dovuta a licenziamento, cassa integrazione, mobilità, mancato rinnovo di contratti a termine, malattia grave, decesso dell’unico percettore di reddito, ecc.) e, per questo motivo, sono sottoposti a provvedimento esecutivo di sfratto».

«Le famigli non sono più in grado di sostenere l'onere delle locazioni sul libero mercato – si legge nel documento di ViviAssemini - Problemi che potrebbero essere risolti con la disponibilità di case popolari; programmi di sostegno finanziario con copertura nazionale; incentivi per i proprietari degli immobili sfitti; creazione di condizioni di sviluppo e crescita per favorire nuove opportunità lavorative. Per tale motivo, ci rivolgiamo al sindaco per conoscere quali azioni concrete, in questi quattordici mesi, siano state attuate per favorire la realizzazione di nuovi alloggi popolari e sostenere i morosi incolpevoli con programmi di supporto impiegando i fondi messi a disposizione dal Governo». (Luciano Pirroni)

Il lutto

Tragedia sulla Alghero-Bosa, ecco chi erano Riccardo Delrio e Gianluca Valleriani

Le nostre iniziative