Veleni a Portovesme, sit-in durante l'udienza a Cagliari

Il palazzo di giustizia di Cagliari

La protesta di un gruppo di ambientalisti e di cittadini del Sulcis Iglesiente

CAGLIARI. Una cinquantina di ambientalisti e cittadini del Sulcis Iglesiente hanno manifestato questa mattina davanti al palazzo di giustizia di Cagliari in occasione dell'inizio del processo davanti ai giudici della seconda sezione penale del tribunale di Cagliari ai vertici di Eurallumina, azienda di Portovesme, accusata di inquinamento. Sotto accusa ci sono l'amministratore delegato Vincenzo Rosino e il direttore dello stabilimento Nicola Candeloro, imputati di disastro ambientale in concorso e traffico illecito di rifiuti, in qualche caso speciali e pericolosi.

«Sosteniamo le parti civili che si sono costituite - ha detto in una conferenza stampa improvvisata Angelo Cremone, che ha organizzato la manifestazione assieme all'Associazione consumatori Sardegna, la Confederazione sindacale sarda, Sardegna pulita e il gruppo dei Carlofortini preoccupati - si tratta di una quindicina di cittadini di Portoscuso, compresi molti agricoltori. Vogliamo segnalare che in quella zona ci sono persone e varie donne con gravi malattie e vogliamo testimoniare quanto sia ormai in crescita il fenomeno dell'insorgenza di gravi malattie legate in molti casi alla presenza di grande inquinamento».

Ormai da tempo gli ambientalisti stanno partecipando, con manifestazioni all'esterno del Tribunale, ai vari processi che vedono imputate alcune aziende del Sulcis chiamate a giudizio per gli illeciti smaltimenti di scarti di lavorazione o altri materiali inquinanti. 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes