Roghi a Villasalto, si chiude il cerchio sugli incendiari

Le indagini si concentrano su alcune persone sospette. I danni degli incendi sono stati ingentissimi

VILLASALTO. Potrebbero avere le ore contate gli incendiari che nel corso della stagione hanno appiccato diversi roghi nelle campagne di Villasalto. Gli agenti del corpo forestale e di vigilanza ambientale della stazione di San Nicolò Gerrei, coadiuvati dai colleghi del nucleo investigativo di Cagliari, in seguito a serrate indagini, hanno, infatti, raccolto alcune prove indiziarie a carico di diverse persone e stanno ormai per chiudere il cerchio.

I danni ambientali arrecati al territorio sono stati molto limitati grazie alla tempestività degli interventi di spegnimento e alla professionalità dei componenti la taske force regionale antincendi che operano nel Gerrei. L’ultimo rogo in ordine di tempo è stato appiccato nel primo pomeriggio di ieri in località “Domu Eu”. Ad allertare il centro operativo provinciale (c.o.p.) e il 1515 sono stati un passante e la vedetta antincendi di “Perda Lada”. La fulmineità dell’intervento ha impedito al fuoco di aggredire l’area boscata sovrastante, costituita prevalentemente da leccio e macchia mediterranea evoluta, che sicuramente era il vero obiettivo degli incendiari.

Alle operazioni di spegnimento, coordinate dall’ispettore superiore Franco Balzano, hanno partecipato oltre ai ranger della stazione di San Nicolò Gerrei, gli operai dell’agenzia Forestas e gli elicotteri regionali antincendio delle basi di San Cosimo (Lanusei) e Villasalto e il nucleo elitrasportato del corpo forestale. I forestali ritengono che gli incendiari siano gli stessi che hanno appiccato il fuoco a “Is Conchilis” e “Su Capriolu”. (gian carlo bulla)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes