Buggerru, tartaruga marina con un amo in pancia salvata da due pescatori

A Carloforte invece un altro esemplare di Caretta Caretta è stato rinvenuto privo di vita nella spiaggia del Giunco

CARLOFORTE. E' stata ritrovata ieri, in spiaggia al Giunco, una tartaruga marina priva di vita. La segnalazione, è arrivata da un cittadino che si trovava in zona ed ha notato il corpo dell'animale galleggiare verso la battigia. A quel punto, ha chiamato la Guardia Costiera per denunciare il fatto.

Sul posto, con un gommone, sono giunti i volontari della Lavoc e, successivamente, personale del Corpo Forestale di Sant'Antioco e del Centro recupero cetacei e tartarughe di Nora, per effettuare i rilievi scientifici. A quanto pare, la tartaruga della specie Caretta caretta era deceduta da poco tempo, essendo priva di lacerazioni e segni di decomposizione del corpo.

Con un'età stimata di quasi vent'anni, l'animale potrebbe essere morto per soffocamento, magari dopo aver ingerito oggetti dannosi, come plastica o ami da pesca.

Sempre ieri, è invece andata meglio ad un altro esemplare di caretta, trovato in difficoltà nella spiaggia di Scivu da due pescatori di Buggerru, con un grosso amo in pancia. Grazie al tempestivo intervento, la tartaruga è stata salvata e trasportata a Nora per le necessarie cure veterinarie.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes