Attentato contro la società di calcio Sigma: bruciati magazzini e attrezzature

Uno dei capanni distrutti alla società calcistica Sigma

Cagliari, l'incendio doloso è stato appiccato durante la notte

CAGLIARI. Attentato incendiario contro la società calcistica Sigma di via Castiglione a Cagliari: distrutti due chioschi adibiti a deposito delle attrezzature. È la stessa società, sul profilo Facebook, a raccontare quanto accaduto. I carabinieri, intanto, hanno avviato le indagini.

«Alle 3 di questa mattina (20 novembre), presso la struttura in via Castiglione, è stato appiccato un incendio (chiarissima l'origine dolosa) alle nostre casette in legno adibite al ricovero del materiale didattico (palloni, coni, cinesino, casacche, aste, scalette, cerchi e molto altro) - si legge sul social network - Il danno causato è ingente a livello economico, ma ancor più grave e toccante è quello provocato alla nostra società dal punto di vista etico e professionale. La nostra scuola calcio, da oggi, è stata privata di tutto ciò che serve per far giocare i nostri bambini e ragazzi iscritti e questo è quello che ci fa più male».

«Facciamo tutto con una dedizione e una passione smisurate - sottolineano i vertici della società presieduta da Pasquale Cossu - e tutto ciò ci viene ripagato dall'affetto dei nostri campioncini e dei loro genitori che li seguono ovunque. Siamo addolorati per questo vile gesto, che non avrà effetto alcuno sul nostro impegno e che anzi renderà ancora più determinati tutti noi addetti ai lavori nelle nostre mansioni».

Oggi gli allenamenti sono proseguiti anche «se con mezzi occasionali o dovuti alla generosità di chi la civiltà non la manda in fumo, ma la costruisce giorno per giorno. E alleneremo col sorriso e ci divertiremo lo stesso, ripartendo più forti di prima».

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes