Picchia selvaggiamente la madre, i carabinieri lo fermano con lo spray al peperoncino: in cella 36enne di Arbus

L'uomo si è scagliato anche contro i militari

ARBUS. Picchia selvaggiamente la madre e si scaglia contro i carabinieri intervenuti, costretti a utilizzare lo spray al peperoncino per bloccarlo e ammanettarlo. Ieri pomeriggio 30 luglio ad Arbus i carabinieri della locale stazione hanno tratto in arresto il disoccupato M.G., 36enne, per resistenza, minacce a pubblico Ufficiale e maltrattamenti in famiglia. Intorno alle 17, 30 i militari sono intervenuti in una abitazione dove un componente del nucleo familiare chiedeva aiuto perché un congiunto, appunto il 36enne, stava selvaggiamente prendendo a pugni l'anziana madre. Quando si è trovato davanti i carabinieri, l’uomo ha dato ulteriormente in escandescenze e per placarlo i militari hanno dovuto fare uso dello spray al peperoncino.

Gli operatori dell’Arma hanno poi accertato che la madre 72enne dell'arrestato, che riferiva di essere stata colpita ripetutamente con dei pugni al viso ed all'addome, presentava evidenti abrasioni e tumefazioni al capo e pertanto veniva accompagnata dai volontari del 118 al pronto soccorso dell'ospedale di San Gavino, dove le venivano refertate svariate ecchimosi con 7 giorni di prognosi. L'arrestato, dopo le formalità di rito, su disposizione del pubblico ministero di turno veniva portato alla casa circondariale di Uta.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes