Roma, arrestato suprematista italiano: perquisizioni anche a Cagliari

Giovane di Savona finisce in manette dopo un'operazione antiterrorismo in ambienti della destra radicale

ROMA. La polizia ha arrestato un 22enne di Savona, Andrea Cavalleri, nell'ambito di un'operazione antiterrorismo in ambienti della destra radicale contigui al terrorismo di matrice suprematista. L'indagato è accusato di aver costituito un'associazione con finalità di terrorismo nonché di aver svolto azione di propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale aggravata dal negazionismo. Sono in corso anche 12 perquisizioni nei confronti di persone vicine al 22enne nelle città di Genova, Torino, Cagliari, Forlì-Cesena, Palermo, Perugia, Bologna e Cuneo.

«Voglio fare una strage a una manifestazione di femministe. Donne ebree e comuniste sono i nostri nemici. Le donne moderne sono senza sentimenti, bambole di carne da sterminare». Sono frasi del suprematista savonese intercettate dagli investigatori. Mentre il giovane è intercettato dice anche: «Gli ebrei sono il male primo da eliminare. Gli ebrei sono nati per distruggere l'umanità». E ancora: «Io una strage la faccio davvero. L'unica cosa da fare è morire combattendo. Ho le armi. Farò Traini 2.0», l'uomo che nel 2018 sparò in centro a Macerata, 6 feriti. «Meglio morire con onore in uno school shooting che vivere una vita di merda» (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes