Da Nuoro a Cagliari per rubare 2mila euro di merce: arrestate

Le due donne sono state scoperte dalla vigilanza di un supermercato

CAGLIARI. In trasferta da Nuoro a Cagliari per fare shopping in varie attività commerciali di viale Marconi, senza però passare per le casse a pagare gli articoli prelevati dai punti di esposizione. L’ultimo colpo messo a segno ieri pomeriggio 19 febbraio in un supermercato da due donne è stato però fatale perché un addetto alla sicurezza le ha notate appena superate le barriere anti taccheggio senza essere passate alla cassa e ha chiamato il 113 facendo intervenire una Volante della polizia.

Per le due donne, Lakbira Dbiri e Fatima El Assaoui, di 53 e 25 anni, di origini marocchine ma residenti a Nuoro, sono cominciati i guai: dopo l’identificazione e il sequestro della merce appena trafugata (prodotti per la casa per un valore di 130 euro) , gli agenti hanno effettuato la perquisizione della loro auto e nella bagagliaio hanno trovato un ingente quantitativo di refurtiva di ogni genere proveniente da precedenti furti in altri grandi negozi di viale Marconi, come confermato da riscontri effettuati nelle stesse attività commerciali con l’uso degli scanner delle casse. In tutto le due donne avevano racimolato refurtiva per oltre 2.000 euro.

Dopo la notte passata in questura a Cagliari, questa mattina le due indagate sono state accompagnate in tribunale dove il giudice ha convalidato gli arresti e rimesso in libertà le due ladruncole.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes