Villaputzu, furto all'Md: denunciate due ragazze di Bergamo

Avevano preso dagli scaffali una caffettiera ad induzione e alcuni cosmetici per poi uscire dal supermercato senza pagare

VILLAPUTZU. I carabinieri della stazione di Villaputzu sono riusciti ad identificare le autrici del furto messo a segno il 18 marzo nel supermercato “Group 86” affiliato alla catena “MD”, ubicato alla periferia del centro abitato del paese del Sarrabus. Sono due ragazze lombarde, una ventenne di Dalmine e una ventiquattrenne di Martinengo, due centri in provincia di Bergamo, entrambe procacciatrici di contratti per la distribuzione dell’energia elettrica. I militari hanno avviato le indagini in seguito alla denuncia presentata dal quarantaseienne gestore dell’esercizio commerciale.

Le due ragazze, riprese dalle immagini video registrate del sistema interno di telecamere, dopo aver sottratto oggettistica varia, tra cui una caffettiera ad induzione per piani cucina elettrici e dei cosmetici, si erano allontanate dal supermercato, senza pagare, passando dalla corsia dedicata a chi non ha fatto acquisti. Una delle persone presenti nel discount il giorno del furto, interrogata dai carabinieri, ha riferito di aver notato nel parcheggio del supermercato un “Suv”, di modello inusuale, di colore blu elettrico.

La testimonianza è stata di grande aiuto. I militari, infatti, nel corso di un servizio di controllo del territorio a fini preventivi, avevano notato un fuoristrada simile a quello descritto a Porto Corallo, località balneare del comune di Villaputzu. I carabinieri hanno rintracciato il proprietario del “Suv”, un uomo residente in provincia di Bergamo che, approfittando della “zona bianca”, aveva affittato una villetta a prezzi molto competitivi a Porto Corallo e insieme al figlio e alle due ragazze si era traferito in Sardegna. I militari hanno recuperato la refurtiva che è stata restituita al gestore del discount. Le due ragazze sono state denunciate a piede libero per furto in concorso. (Gian Carlo Bulla)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes