La Nuova Sardegna

Cagliari

Covid, 400 persone senza mascherina e assembrate in un noto locale a Cagliari: chiusura e multa

Luciano Onnis
L'assembramento al Caffè degli Spiriti di Cagliari
L'assembramento al Caffè degli Spiriti di Cagliari

Il provvedimento contro il Caffè degli Spiriti al Bastione di Saint Remy ai cui gestori sarebbe stata segnalata la necessità di contingentare gli ingressi ed evitare assembramenti

19 giugno 2021
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Sarebbero stati anche avvisati verbalmente: “Non tirate la corda perché diversamente saranno presi provvedimenti amministrativi”. Detto e fatto: cinque giorni di chiusura immediata e una multa. È la sanzione scattata nei confronti del titolare del noto locale ‘Caffè degli spiriti”, nel Bastione San Remy, al Bastione San Remy di Cagliari, per non aver fatto rispettare le norme entrate in vigore per frenare la diffusione del Coronavirus. Come previsto dall'ultimo Comitato ordine e sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Gianfranco Tomao, anche ieri 18 giugno sono stati intensificati i controlli da parte di polizia, carabinieri, polizia locale e Guardia di finanza in tutte le zone della movida cagliaritana. Sorvegliate speciali la Marina, Stampace, Villanova e Castello.

Gli agenti della Divisione amministrativa della Questura hanno effettuato un controllo al Bastione San Remy, teatro nel primo fine settimana di zona bianca di assembramenti, alcuni anche ripresi con i telefonini. Al momento dell'ispezione nell'area del “Caffè degli spiriti” c’erano – secondo la Questura - circa 400 persone tra dentro e fuori del locale, senza mascherine e in gruppi. Il titolare, secondo quanto accertato dalla polizia, non avrebbe fatto rispettare il contigentamento dei clienti per evitare gli assembramenti. È quindi scattata la sanzione con la conseguente chiusura per cinque giorni che dovrebbe partire già da oggi.

Nelle scorse settimane proprio durante il Comitato ordine e sicurezza pubblica, richiesto anche dal sindaco Paolo Truzzu, era stato fatto appello ai cittadini ma anche ai gestori dei locali affinché si evitassero gli assembramenti. Inoltre gli agenti della Divisione amministrativa avevano incontrato i titolari dei locali per sensibilizzarli. I controlli proseguiranno nei prossimi giorni.

In Primo Piano
L’allarme

Grosso incendio tra Riola Sardo e San Vero Milis: a fuoco terreni da pascolo e macchia mediterranea

Video

Impianti fotovoltaici in Sardegna: varata la norma che stabilisce i limiti nelle installazioni per i prossimi 18 mesi

Le nostre iniziative