Elezioni comunali 2021, ecco i candidati sindaci tra nomi a sorpresa e grandi ritorni

In Sarcidano, Barbagia di Seulo, Gerrei, Sarrabus, Marmilla, Trexenta e Parteolla

GESICO. Conferme, abbandoni, novità, ritorni, nei comuni del Sarcidano, Barbagia di Seulo, Gerrei, Sarrabus, Marmilla, Trexenta e Parteolla dove il 10 e 11 ottobre si vota per il rinnovo dei consigli comunali. A Gesico la sindaca uscente Cinzia Porceddu ha fatto un passo di lato per lasciare posto a Rodolfo Cancedda, 70 anni, presidente dell’associazione sarda enti locali (asel) e Terenzio Schirru, 60 anni, avvocato penalista, primo presidente, nel 2006, dell’unione dei comuni della Trexenta, che hanno deciso di scendere nuovamente in campo. Il primo è stato sindaco del paese della Trexenta dal 1990 al 2001 e dal 2011 al 2016, il secondo dal 2001 al 2011. Dopo essere rimasti per un giro al palo si sono nuovamente lanciati per la sesta volta il guanto di sfida.

A San Nicolò Gerrei, Sant’Andrea Frius nel Gerrei e Selegas e Barrali in Trexenta è stata presentata una sola lista. I sindaci uscenti Stefano Soro, Simone Melis e Alessio Piras, si sono ricandidati (per la seconda volta), cosi come Fausto Piga che è anche consigliere regionale (per la terza volta). A Gergei il sindaco uscente Rossano Zedda si ripropone per il terzo mandato. A sbarrargli la strada ci prova Gianfranco Manis, pensionato, ex dipendente del comune di Gergei. A Villamar, in Marmilla, il sindaco uscente Fernando Cuccu, dopo due mandati consecutivi, ha deciso di fare un passo indietro e di lasciare il testimone a Consuelo Siddu, assessore uscente ai servizi sociali che dovrà vedersela con Luca Atzeni, 49 anni, gestore di una cooperativa di servizi che partecipa per la prima volta in assoluto ad una competizione elettorale.

A Decimoputzu, retto dal 15 luglio scorso dal commissario straordinario Francesco Cicero nominato in seguito alle dimissioni presentate dal sindaco Alessandro Scano, eletto il 5 giugno 2016 con una schiacciante maggioranza, per protestare contro il pignoramento dei beni delle imprese agricole, comprese le abitazioni, con conseguente sfratto esecutivo, è stata presentata una sola lista capeggiata da Antonino Munzittu, ex dipendente del Banco Di Sardegna, già sindaco dal 1991 al 1993 e dal 1997 al 2006. In Marmilla, a Turri e Villanovaforru è stata presentata una sola lista capeggiata dai sindaci uscenti Martino Picchedda e Maurizio Onnis, cosi come a Genuri, dove però il sindaco uscente Danilo Piras non si è ricandidato. L’ unica lista presentata, capeggiata da Sandro Branca, è formata in maggioranza da donne, 7 su 10. A Las Plassas e Setzu dove sono state presentate due liste non si ripresentano i sindaci uscenti Ernesto Nocco e Francesco Cotza. A Las Plassas si ripropone Paolo Melis già sindaco dal 2005 al 2010 e dal 2011 al 2016.

A Soleminis, nel Parteolla, la sindaca uscente Rita Pireddu, dopo due mandati, fa un passo indietro e passa il testimone a Corrado Murgia vice sindaco uscente che dovrà vedersela con Fedele La Delfa. Ad Armungia, si contendono lo scranno più alto del municipio il sindaco uscente Donatella Dessi e il vicesindaco uscente Antonio Quartu, già primo cittadino del paese del Gerrei per tre mandati consecutivi, dal 2001 al 2016. Tra i due sii è rotto il sodalizio che durava da 20 anni. Le strade si sono divise anche ad Escalaplano tra il sindaco uscente Marco Lampis, che si propone per il terzo mandato, e il vice sindaco uscente Alessandro Lai che dopo dieci anni di fattiva collaborazione gli ha lanciato il guanto di sfida. A San Vito il capogruppo di minoranza Alberto Cuccu sfida il sindaco uscente Marco Antonio Siddi. A Isili Salvatore Pala già sindaco del paese del Sarcidano dal 2001 al 2011, e Ignazio Faedda, assessore dal 2011 al 2016 (sindaco Orlando Carcangiu) cercheranno di sbarrare la strada al sindaco uscente Luca Pilia che ha riproposto la candidatura. A Nuragus, Giampietro Congiu, ingegnere informatico, cerchera' di sbarrare la strada al sindaco uscente Giovanni Daga che si propone per la seconda volt

Infine a Villanova Tulo, paese retto da novembre dello scorso anno da un commissario straordinario (prima, fino a febbraio da Bruno Carcangiu, e attualmente da Valentina Flore) sono state presentate tre liste capeggiate da Alberto Loddo, 43 anni, figlio di Benvenuto, sindaco di Villanova Tulo dal 1990 al 1995, dipendente del comune di Isili, Pier Paolo Manca,57 anni. impiegato della prefettura di Oristano e Gian Franco Demuro 64 anni componente del direttivo di ebitemp Sardegna (ente bilaterale per il lavoro temporaneo) assessore comunale di Villanova Tulo dal 1980 al 1985 e dal 1990 al 1995.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes