Parco di Molentargius: l'attività di sorveglianza nel 2021 del Corpo Forestale

Il bilancio degli interventi dei Ranger regionali nel controllo del rispetto delle regole nell'oasi naturalistica

CAGLIARI. Lunga serie di reati ambientali e altrettanti relativi provvedimenti e sanzioni da parte del Corpo forestale nel 20121 all’interno del Parco regionale del Molentargius grazie alle quotidiane attività svolte alla tutela delle biodiversità e dell’habitat in supporto dell’Ente Parco. Con il pattugliamento costante in bicicletta e l’ausilio di un capillare sistema di videosorveglianza, i ranger regionali hanno conseguito significativi risultati che evidenziano come il parco abbia necessità di controlli continui e capillari in tutte le ore del giorno e della notte.

I numeri del bilancio 2021 parlano di 85 contestazioni di violazioni amministrative per violazione al regolamento di fruizione del Parco come la conduzione di cani privi di guinzaglio, accesso in aree interdette, sosta con autovetture in area di divieto, sorvolo con apparecchiature Apr come i droni; 5 le violazioni per disturbo all’avifauna nidificante; sono 10 gli abbandoni di rifiuti sanzionati per complessi 27mila euro; 5 gli accertamenti penali per abusi edilizi; 4 le denunce per i reati di pesca di frodo all’interno dell’area parco, con sequestro di attrezzi da pesca e pescato; 10 le segnalazioni agli enti preposti per presenza di rifiuti e invito alla bonifica dei siti; 6 i ritrovamenti di veicoli abbandonati e relativi provvedimenti sanzionatori con obbligo di rimozione; 12 le segnalazioni di cani randagi assai pericolosi per la tutela della riproduzione dell’avifauna nidificante; 77 gli interventi di recupero di fauna selvatica in difficoltà, in particolare rapaci (gheppi, poiane, falchi di palude e pellegrini), e altre specie tipiche dell’areale come fenicotteri, garzete, aironi, polli sultano, occhioni, avocette. Questi ultimi interventi sono stati spesso effettuati a seguito di segnalazioni al numero 1515 di emergenza ambientale del Corpo Forestale.

“Il complesso dell’attività svolta dimostra l’importante funzione che il Corpo Forestale – è detto in una nota – svolge quotidianamente a tutela dei parchi regionali e in particolare di quello del Molentargius che costituisce una realtà unica di zona umida e sito di. Nidificazione completamente integrata nel tessuto urbano e tuttavia caratterizzata da una eccezionale biodiversità”.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes