La Nuova Sardegna

Cagliari

Detenuti

Porta hashish al compagno in carcere a Uta: scoperta e denunciata

Porta hashish al compagno in carcere a Uta: scoperta e denunciata

Il segretario regionale della Uil PA Polizia Penitenziaria mette in evidenza il costante impegno degli agenti di polizia penitenziaria

17 gennaio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Uta Cerca di consegnare droga al compagno detenuto durante il colloquio in carcere, gli agenti se ne accorgono e, dopo aver sequestrato lo stupefacente, hanno denunciato la giovane donna per spaccio. L’involucro che ha cercato di passare al compagno conteneva 15 grammi di hashish. Gli agenti erano stati insospettiti dall’atteggiamento della donna che durante le operazioni di controllo propedeutiche all’ingresso in istituto ha dimostrato nervosismo ed ha insospettito i poliziotti. E’ stata così tenuta sott’occhio durante il colloquio e sorpresa mentre con un gesto repentino cercava di cedere al compagno una bustina con lo stupefacente.

A dare notizia dell’accaduto è il segretario regionale della Uil PA Polizia Penitenziaria, Michele Cireddu: «Nonostante le gravi difficoltà in cui gli agenti sono costretti a lavorare, dimostrano quotidianamente la massima attenzione. La lotta all’introduzione di sostanze stupefacenti negli istituti, almeno per la polizia penitenziaria, non si ferma. L’Amministrazione potrebbe dimostrare la stessa caparbietà nell’impedire i traffici di sostanze illecite, prevedendo in ogni istituto penitenziario di grandi dimensioni un nucleo cinofili fornendo inoltre al personale apparecchiature idonee». (l.on) 

La crisi

Agriturismi, il lento declino: ogni anno sempre meno mentre in Italia crescono

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative