La Nuova Sardegna

Cagliari

Carabinieri

Truffe on line, 62enne di Castiadas paga ma non riceve il pezzo per l’auto: due denunce

di Gian Carlo Bulla
Truffe on line, 62enne di Castiadas paga ma non riceve il pezzo per l’auto: due denunce

I militari hanno identificato i venditori fasulli in due uomini residenti a Messina

18 gennaio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Castiadas I carabinieri della stazione di Castiadas a conclusione delle indagini avviate in seguito alla denuncia querela presentata da un sessantaduenne del paese del Sarrabus hanno denunciato in stato di libertà alla procura della repubblica presso il tribunale di Cagliari, per truffa aggravata in concorso, un trentottenne e un trentacinquenne, entrambi originari e residenti a Messina già noti alle forze di polizia per precedenti vicende giudiziarie.

Il sessantaduenne, attratto dal prezzo vantaggiosissimo, aveva manifestato interesse per l'acquisto di una cappelliera per auto messa in vendita sul social network Facebook. Aveva pertanto contattato l'ignoto inserzionista con il quale si era accordato sul prezzo e sulle modalità di pagamento. Però, nonostante, così come convenuto, abbia inviato un bonifico tramite Postepay alla persona che aveva posto in vendita l'oggetto, non ha ricevuto la cappelliera. Resosi conto di essere stato gabbato si è rivolto ai carabinieri.

I militari sono riusciti ad identificare sia il proprietario della carta Postepay dove è stata effettuata la transazione di denaro che il titolare dell'utenza telefonica con la quale sono state svolte le contrattazioni.

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative