La Nuova Sardegna

Cagliari

La denuncia

Uta, detenuto incendia una cella e aggredisce gli agenti

Uta, detenuto incendia una cella e aggredisce gli agenti

I poliziotti penitenziari sono finiti al pronto soccorso per una intossicazione da fumo

08 febbraio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Uta Detenuto nella casa circondariale provoca un incendio nella propria cella bruciando materasso, suppellettili e artedi, poi dà in escandescenza e aggredisce gli agenti mentre intervenivano per portarlo in salvo. Il fumo ha invaso tutta la sezione e 4 poliziotti sono finiti al pronto soccorso per l’intossicazione da fumo.

«Ancora scenari catastrofici, dopo l’incendio di Sassari – accusa Michele Cireddu, segretario regionale della UIL PA Polizia penitenziaria -, questa volta a rischiare la vita sono stati gli agenti e altri detenuti  a Uta. Proprio ieri abbiamo incontrato il nuovo Provveditore che ha concordato con noi sulla necessità di riorganizzare di sana pianta il sistema penitenziario della Sardegna, così non si può più continuare».

«Sono stati momenti di estrema tensione – prosegue il sindacalista - in questi casi è importante agire immediatamente per mettere in salvo i detenuti ed evitare che il panico possa creare ulteriori catastrofi. Gli agenti stanno reggendo un urto di eventi critici sulla propria pelle e non è più ne possibile ne immaginabile continuare in questo modo. Il personale di Polizia Penitenziaria in troppi istituti della Sardegna è in costante ed estrema emergenza e proprio per questo, il Provveditore, ha disposto che tutte le Direzioni degli istituti riorganizzino radicalmente i processi lavorativi per permettere una razionale gestione del sistema penitenziario». (l.on)

Elezioni regionali 2024
I sardi alle urne

La Sardegna va a votare: seggi aperti dalle 6,30 alle 22

Le nostre iniziative