La Nuova Sardegna

Cagliari

Violenza di genere

Cerca di uccidere una donna travolgendola con l’auto: guardia giurata arrestata a Carbonia per tentato omicidio

di Luciano Onnis
Cerca di uccidere una donna travolgendola con l’auto: guardia giurata arrestata a Carbonia per tentato omicidio

Dopo il grave incidente provocato sulla statale 126 la 45enne è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Brotzu di Cagliari

18 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Carbonia È stato arrestato dalla Polizia di Stato per tentato omicidio, atti persecutori e violazione del divieto di avvicinamento, Alessio Zonza, la guardia giurata di 53 anni coinvolto nel grave incidente stradale di ieri pomeriggio 17 aprile a Carbonia, lungo la Statale 126, in cui è rimasta gravemente ferita una 45enne, che più volte lo aveva denunciato per stalking. Proprio nell’istante del violento impatto fra le due auto, la Opel Corsa della donna e l’Alfa 147 dell’uomo, lei era al telefono con gli operatori del Centro operativo del Commissariato di Carbonia, ai quali aveva poco prima chiesto aiuto, chiamando il numero unico 112, non appena si era accorta della presenza dell’uomo nelle sue vicinanze.

I poliziotti avevano immediatamente inviato una volante, rimanendo contemporaneamente in costante contatto con lei per monitorare la sua posizione. Gli operatori della centrale cercavano di rassicurare la donna, che d’improvviso aveva iniziato ad urlare disperata che l’uomo le stava venendo addosso con l’auto cercando a forte velocità l’impatto frontale. Nel frattempo, i poliziotti della volante, arrivati immediatamente dopo la collisione, a causa della quale l’auto sulla quale si trovava la donna è stata scaraventata fuori strada, hanno trovato l’uomo ancora a bordo della sua 147, mentre cercava di nascondere un martello sotto il tappetino.

La donna è stata soccorsa dal 118 e dopo essere stata liberata dalle lamiere dai vigili del fuoco, è stata trasportata in gravi condizioni con l’eliambulanza all’ospedale Brotzu. Da subito, gli investigatori della Mobile di Cagliari e della sezione anticrimine di Carbonia, coordinati dal primo dirigente Emanuele Fattori, hanno avviato le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Così è emerso che la giovane donna aveva già denunciato ai carabinieri per atti persecutori il 53enne, il quale, proprio a seguito di tale denuncia, era già destinatario della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla donna e ai luoghi da lei frequentati. Nella stessa mattina di ieri la 45enne aveva presentato una nuova denuncia ai carabinieri nei suoi confronti. L’uomo, infatti, avrebbe continuato a vessare la vittima con molestie e minacce.

Già altre volte Alessio Zonza l’avrebbe pedinata in auto e per questo la vittima, vedendolo avvicinarsi a lei anche nel pomeriggio, aveva subito chiesto aiuto, chiamando il 112 e rimanendo in contatto con la sala operativa. L’uomo, anche lui trasportato all’ospedale Sirai di Carbonia a seguito delle ferite riportate, è stato tratto in arresto per l’ipotesi di reato di tentato omicidio, stalking e violazione della misura del divieto di avvicinamento alla quale era sottoposto. Si trova tuttora ricoverato a disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida.

In Primo Piano
Allarme

Emergenza siccità, la Baronia come il Texas: asciutti anche i pozzi

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative