La Nuova Sardegna

Cagliari

Carabinieri

Con la moglie incinta al volante insegue una coppia in auto e spara colpi di fucile: arrestato per tentato omicidio 39enne di Sardara

Con la moglie incinta al volante insegue una coppia in auto e spara colpi di fucile: arrestato per tentato omicidio 39enne di Sardara

La donna in attesa è indagata per concorso in tentato omicidio, ma è a casa

18 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sardara Sequenze da film giallo con auto che si affiancano, si superano e colpi di arma da fuoco sparati per uccidere da una della due auto coinvolte. Solo per miracolo l’automobilista e la donna che gli stava a fianco se la sono cavata con leggere ferite al viso causate dai frammenti del cristallo in frantumi. In carcere a Uta è finito lo sparatore, il 39enne di Sardara Mattia Onali, con precedenti di polizia, mentre la moglie, conducente dell’auto da cui ha sparato, è indagata per concorso nell’ipotesi del reato di tentato omicidio. Trovandosi in stato di gravidanza, è stata lasciata a casa. Secondo il poco trapelato sulla vicenda – sul caso hanno operato i carabinieri del nucleo investigativo della Compagnia di Villacidro e della stazione di San Gavino -, un pensionato di 69 anni di Sardara, con precedenti giudiziari, che ieri mattina 17 giugno intorno a mezzogiorno percorreva in compagnia della moglie la strada provinciale 62 San Gavino Sardara, alla guida della sua Fiat Multipla, sarebbe stato raggiunto e affiancato da una Alfa 156 grigia con al volante una donna. Dal finestrino lato passeggero sarebbero stati esplosi diversi colpi indirizzati al pensionato e alla moglie. I pallettoni hanno infranto il cristallo posteriore, senza raggiungere fortunatamente gli occupanti. Il pensionato si è gettato in una stradina laterale e l’auto da cui sono partiti i colpi si è allontanata a tutta velocità. Il 69enne ha subito chiamato i carabinieri e sul posto sono arrivati i miliari della stazione di SanGavino e del nucleo radiomobile e operativo della Compagnia di Villacidro. Raccolta la testimonianza del pensionato e della moglie, gli investigatori sono andati a cercare Mattia Onali e lo hanno arrestato.

Nella perquisizione domiciliare, gli inquirenti avrebbero trovato il fucile usato per sparare contro il pensionato, regolarmente detenuto ma modificato con le canne mozzate. Il trentanovenne è stato arrestato per tentato omicidio e la moglie per concorso nel reato. Per l’uomo anche la denuncia per detenzione di arma da sparo modificata illegalmente.(l.on)

In Primo Piano
I vigili del fuoco

Escursionista francese soccorsa con l’elicottero sull’isola di Tavolara

Le nostre iniziative