Coronavirus, nelle strade vuote di Sassari silenzio e tanta solidarietà

SASSARI. Via Turritana, via Università, via Capo d'Oro, in questi giorni di lotta all'epidemia provocata dal coronavirus sono silenziose e vuote, ma c'è qualcosa che riempie le strade del centro storico di Sassari: la solidarietà. Davanti alla porta di alcune botteghe ci sono cestelli con grandi buste chiuse e pronte da prendere e i cartelli danno istruzioni gentili: prendete, sono per voi. Nei bustoni ci sono latte, pane, frutta, verdura donati dagli stessi commercianti che li vendono al pubblico perché "qui c'è gente in grossa difficoltà", dicono, all'unisono. Poco lontano, nel corso Vittorio Emanuele, una merceria, chiusa per l'emergenza, ha donato tutti i camici che aveva, un centinaio, ai medici di Sassari impegnati nella prima linea della lotta all'epidemia. Quando tutto sarà finito, resterà grande il senso della comunità.
(a cura di Luca Fiori e Mauro Chessa)

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes