Coronavirus, il premier Conte: "Chiudiamo tutte le aziende non strategiche". Le edicole restano aperte

Nuovo giro di vite per fermare il contagio: "Aperte farmacie e negozi che vendono prodotti di prima necessità".

ROMA. Annuncio mezz'ora prima della mezzanotte del 21 marzo del premier Giuseppe Conte. "Chiudiamo tutte le aziende non strategiche _ ha detto ella diretta Facebook _ . Resteranno aperte solo quelle della catena alimentare, edicole, farmacie e generi di prima necessità. Invito tutti a mantenere la massima calma. Inutile assaltare i negozi alimentari".

Quelle messe in atto sono «misure severe _ ha aggiunto il premier _, ne sono consapevole, ma non abbiamo alternative. In questo momento dobbiamo resistere, perché solo così riusciamo a tutelare noi stessi. Sono misure che richiederanno tempo per far vedere i loro effetti, ma il nostro obiettivo è quello di frenare il propagarsi dell'epidemia.

In diretta da Palazzo Chigi

Pubblicato da Giuseppe Conte su Sabato 21 marzo 2020

WsStaticBoxes WsStaticBoxes