Giordania: accoltellò otto persone, condannato a morte

Tra i feriti tre turisti messicani e uno svizzero

(ANSA) - ROMA, 12 GEN - Un tribunale in Giordania ha condannato a morte, per impiccagione, un giordano per aver accoltellato otto persone nel 2019, tra cui tre turisti messicani e uno svizzero.

L'attacco era avvenuto a novembre di due anni fa a Jerash, un famoso sito archeologico nel nord della Giordania. Moustafa Abourouis, 24 anni, è un giordano di origine palestinese residente nel campo profughi Souf di Jerash (50 chilometri a nord di Amman), dove vivono circa 20.000 persone. Oltre ai quattro turisti nell'attacco ferì quattro giordani, inclusa una guida turistica.

I servizi di sicurezza lo avevano arrestato subito dopo e il 26 gennaio dell'anno scorso era stato formalmente accusato di "terrorismo". (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes