Le povertà estreme in forte aumento: interviene il Comune

Tortolì, pronto il bando dell’assessorato ai Servizi sociali Lo scorso anno sono state presentate 200 domande di aiuto

Anche nel capoluogo provinciale costiero cresce senza sosta il numero dei poveri. Basti pensare che lo scorso anno, rispetto a povertà estreme, i Servizi sociali del Comune hanno avuto più di 200 domande di aiuto. Quest’anno il bando verrà pubblicato a giorni. L’assessore comunale competente, Severina Mascia (Pdl), afferma: «Lo scorso anno, rispetto alle povertà estreme, nella linea 1, abbiamo erogato 300 euro mensili a 48 famiglie di Tortolì-Arbatax. Per la linea 2, 70 famiglie hanno ottenuto mille euro una tantum per il pagamento di bollette e altro. E infine, per la linea 3, sempre delle povertà estreme, abbiamo inserito, nei vari cantieri comunali, 20 persone per sei mesi (con una busta paga mensile di 600 euro ndr)». Severina Mascia prosegue: «Per quanto attiene i contributi straordinari alle famiglie per emergenze, nel corso del 2012 come assessorato ai Sertvizi sociali abbiamo erogato 75mila euro. Mentre quest’anno, causa il dimezzamento dei trasferimenti dallo Stato e dalla Regione, siamo fermi a 10mila euro. Gli anziani di Tortolì-Arbatax in difficoltà che aiutiamo, sia come assistenza domiciliare che con fondi, sono 50 nel corso dell’anno».

Fatto il punto della situazione, l’assessore ai Servizi sociali alla stesura della delibera di giunta che avvia il bando per le povertà estreme, lancia un messaggio: «Aiuti in soccorso delle persone che vivono una condizione di povertà. Il Comune di Tortolì coglie questa occasione con una misura che consenta un sostegno in grado di restituire forza economica a chi ne ha bisogno». Per fare la richiesta dei contributi economici messi a disposizione dal Comune c’è tempo fino a venerdì 29. Gli interessati, una volta compilato l’apposito modulo disponibile nell’’Ufficio dei Servizi sociali, dovranno presentarlo all’ufficio protocollo. Con la delibera di giunta di lunedì 4, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mimmo Lerede (Pdl) ha articolato la concessione dei sussidi in base alla linea di intervento prevista dalla legge regionale. L’assessore Severina Mascia precisa che la misura prefigura la concessione di sostegni a favore di persone e nuclei familiari in condizioni di accertata povertà. L’ammontare massimo previsto sarà di 300 euro mensili e include persone o famiglie residenti a Tortolì da tre anni in possesso di un Isee anno 2012, non superiore a 4500 euro, comprensivo dei redditi esenti Irpef relativi all’anno 2012 e che si trovano almeno in una delle seguenti condizioni: «Devono avere compiuto i 60 anni di età; devono essere fuori dal mercato del lavoro; deve trattarsi di nuclei monoparentali con figli minori sino al compimento di 16 anni; persone con accertata invalidità e/o certificata ai sensi della L.104/92». Il contributo economico, che decorre dal mese successivo alla data di pubblicazione della graduatoria definitiva, è previsto per un periodo continuativo pari a sei mesi, eventualmente prorogabili in caso realizzazione di economie. «In tema di povertà – sottolinea Severina Mascia - il Comune continua a fare la sua parte. E per questo, l’assessorato ai Servizi sociali, ha intensificato i propri sforzi e gli interventi utili per venire incontro alle esigenze delle fasce deboli e disagiate della popolazione in un momento di grave crisi. Grazie a questo bando abbiamo l’occasione di riportare l’attenzione su un tema delicato. Sono convinta che in questo caso le istituzioni debbano fare il possibile per venire incontro a chi non ha più le forze economiche per andare avanti e cogliere meglio le opportunità di tutti i piani sostegno oggi possibili».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes