La Nuova Sardegna

Nuoro

Soddisfazione dei sindaci: «Ottimo lavoro»

di Bernardo Asproni

Ciccolini, Calia e Michelangeli sperano che le bretelle siano a breve sostituite da opere definitive

28 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





BITTI. Finalmente la strada Bitti-Sologo, dopo 6 mesi di attesa, a seguito dei colpi inferti dall’evento Cleopatra, è stata riaperta al traffico. Con buona pace dei sindaci Giuseppe Ciccolini di Bitti, Mario Calia di Lula e Clara Michelangeli di Onanì, del comitato volontario ProSologo, delle associazioni di pubblico soccorso e degli utenti, che erano costretti, in alternativa, percorrere fra tornanti, curve e controcurve, la vecchia strada Lula-Sologo. Da parte di tutti il giusto riconoscimento all’Anas e alle imprese. Il via è stato dato dall’ingegnere Valerio Mele, capo compartimentale regionale Anas, presenti, fra gli altri, il comandante provinciale della Polizia Stradale Raffaele Angioni i rappresentanti del Comitato ProSologo, i sindaci, l’impresario Natalino Cancellu, che ha realizzato il bay-pass al km 1, e i responsabili della ditta Edil-Frair che sta operando il risanamento tratto km2-4. Al km 1 è stato realizzato sul ponte crollato il bay-pass provvisorio dopo la realizzazione del viadotto i cui lavori, da appaltare, saranno ultimati entro dicembre. «Il by-pass lo abbiamo realizzato – ha sostenuto l’impresario Natalino Cancellu – con 10 giorni di anticipo rispetto al contratto che prevedeva 45 giorni. Sono stati 35 giorni solari, lavorando il sabato e la domenica, incluso il 1 maggio. I lavori sono stati consegnati il 3 maggio, a tempo di record, nonostante il problema sulla fornitura della tubatura». Nel km2-4, dove opera invece la Edil-Frair di l’Aquila. In quel tratto si è reso necessario mettere in sicurezza la strada consolidando la scarpata, minata da 5-6 frane. I lavori andranno avanti sino a settembre. Lungo l’arteria sono stati sistemati dei semafori per regolamentare in 3 piccoli tratti il traffico a senso unico alternato, mentre a valle si prosegue con i lavori. L’invito alla prudenza è d’obbligo. Consetità una velocità di 30 km orari. È quello che raccomanda il capo cantiere Roberto Masciarelli, i sindaci, rappresentanti del comitato Pietro Pinna, Mariolina Mannia, Rita Contu.

«Grande soddisfazione, tempi rispettati. Il risultato è frutto di un’intesa fra enti» ha commentato il sindaco Ciccolini. «È un grande giorno. Si è operato con sinergia» ha aggiunto il primo cittadino di Lula mentre Michelangeli ha dichiarato :«È un fatto positivo. Chiedo che si intervenga sulla Onanì-Bitti e Onanì-Lula, ove sul fiume Masicare il bay-pass è vietato ai mezzi pesanti creando disagi agli studenti che viaggiano a Lula, Nuoro e Bitti».

In Primo Piano
Incidenti

Doppia tragedia della strada: un motociclista muore a Cagliari e una donna a Villasor

Le nostre iniziative