La Nuova Sardegna

Nuoro

Edilizia quasi allo stremo l’allarme dei sindacati

di Lamberto Cugudda
Edilizia quasi allo stremo l’allarme dei sindacati

Incontro con il sindaco Cannas per illustrare i dati della grave crisi Solo lo sblocco delle opere primarie potrebbe dare avvio alla ripresa

25 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





L’edilizia affronta una crisi nerissima che pare non avere mai fine. A lanciare l’ennesimo allarme sono i segretari delle Federazioni sindacali territoriali dell’edilizia Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil Ogliastra, Giovanna Rosa Muscau, Maurizio Piras (responsabile territoriale) e Mario Arzu, che due settimane fa hanno incontrato il sindaco Massimo Cannas e il suo esecutivo per esporre le problematiche relative al dramma dei settori dell’edilizia, laterizi, manufatti, cemento e collegati.

Le organizzazioni sindacali di categoria hanno denunciato la gravissima situazione in cui si trovano molti lavoratori e le loro famiglie: colpiti dalla crisi sono stati licenziati e si trovano da mesi in stato di disoccupazione oppure sono ancora dipendenti di imprese in procedura di cig in deroga. I rappresentanti sindacali hanno fortemente evidenziato «che nonostante i progetti esecutivi e i fondi disponibili per le grandi opere infrastrutturali che interessano il territorio e ricadenti nel comune di Tortol-Arbatax, a oggi non vi è alcun appalto in corso».

A tal fine, Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil ritengono necessaria l’immediata spendita delle risorse destinate alle aree dell’ex Cartiera, allo scalo marittimo di Arbatax e al Consorzio Industriale provinciale Ogliastra, da tanto tempo inutilizzate. «Di fatto – hanno detto al primo cittadino e alla giunta – con lo sblocco delle opere primarie si potrebbe attuare una pur lieve ripresa del settore e riavviare un piano di sviluppo del territorio». Per i tre segretari di categoria Giovanna Rosa Muscau. Maurizio Piras e Mario Arzu «sarà determinante per la futura ripresa del settore l’approvazione del Piano urbanistico comunale (Puc)necessario ed indispensabile per la crescita della città di Tortoli».

Le Federazioni territoriali, hanno ascoltato con attenzione l’intervento del sindaco Cannas e dei componenti del suo esecutivo comunale.

«Giudichiamo positivo il confronto – hanno concluso i tre sindacalisti – che si è concluso con l’impegno a promuovere, entro il corrente mese di luglio, un tavolo regionale con i soggetti interessati. Per conoscere lo stato attuale delle opere e i tempi della loro cantierizzazione».

Elezioni regionali 2024
Verso la nuova giunta

Alessandra Todde pronta a una rivoluzione, ed è già toto-assessorati

di Umberto Aime
Le nostre iniziative