La Nuova Sardegna

Nuoro

Solotti, dopo trent’anni riapre la colonia estiva

di Gianna Zazzara
Solotti, dopo trent’anni riapre la colonia estiva

Un’estate a stretto contatto con la natura grazie all’iniziativa del Comune Sport e giochi al monte, più di 120 i posti a disposizione di bambini e ragazzi

25 luglio 2014
3 MINUTI DI LETTURA





NUORO. Quest’anno il Comune non ha perso l’occasione. E ha organizzato un’estate in grande stile per i bambini e gli adolescenti, dai cinque ai quindici anni. Un’estate a contatto con la natura. Teatro dell’iniziativa è infatti il monte Ortobene, un luogo caro ai nuoresi, dove i ragazzi potranno giocare a fare gli escursionisti oppure cimentarsi con il tiro con l’arco. «Dopo più di trent’anni dalle ultime colonie estive l’amministrazione riapre le porte dell’Ortobene ai giovani e ai giovanissimi – ha detto ieri il sindaco Alessandro Bianchi nella conferenza stampa all’aperto che si è svolta proprio sull’Ortobene –. È l’occasione giusta per valorizzare la storia e la tradizione di un luogo storico di Nuoro e farlo conoscere così ai più giovani».

Negli anni del boom economico le colonie estive, anche a Nuoro, erano una tradizione. Poi, vuoi per le difficoltà economiche dell’amministrazione vuoi per le strutture in disuso, le colonie sono diventate una rarità e i ragazzi non hanno potuto conoscere il fascino di questa vacanza senza mamma e papà. Ora si ritorna alla tradizione, anche se nella formula moderna dei campi estivi, grazie alla recente ristrutturazione dell’ex colonia Solotti, sul monte Ortobene, che il Comune ha affidato in gestione alla onlus Alternatura. E sarà proprio la cooperativa nuorese ad animare le giornate dei bambini con un menù a base di sport, divertimento ed educazione ambientale.

Il programma dei campi estivi sull’Ortobene è pronto. I bambini e i ragazzi, divisi per fasce d’età, potranno partecipare a uno dei quattro turni previsti fino al 29 agosto. La data di inizio del prossimo campo estivo è fissata per lunedì prossimo e durerà dieci giorni, dal lunedì al venerdì. La quota di partecipazione è di 70 euro e comprende anche il trasferimento dal centro della città al Monte. Il punto d’incontro è il centro Solotti, da dove partiranno tutte le attività: escursioni a piedi, a cavallo e in mountain bike, tiro con l’arco, pallavolo, basket, calcetto e corsi di nuoto nella piscina di Farcana.

«Quest’anno dopo trent’anni rinnoviamo il patto con le famiglie offrendo un’opportunità ai bimbi e ai ragazzi nuoresi che trascorrono l’estate in città, grazie alla collaborazione tra pubblico e privato – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Luca Lapia –. I numeri delle adesioni confermano l’interesse verso una vacanza educativa a contatto con la natura». L’obiettivo dei campi estivi nuoresi, infatti, è quello di educare i più piccoli al rispetto della natura e dell’ambiente. Oltre ai giochi e alle escursioni gli educatori spiegheranno ai bambini l’importanza del riciclo e della raccolta differenziata. «I laboratori e le esperienze proposte avranno sempre uno sfondo a carattere ambientale e saranno l’occasione per riflettere con i ragazzi sull’esigenza di produrre meno rifiuti, non sporcare e mantenere pulito il territorio – ha aggiunto l’assessore –. L’ educazione ambientale, d’altronde, si impara da piccoli e non c’è occasione migliore del gioco».

Per le iscrizioni ai campi estivi si può contattare la cooperativa Alternatura al numero 0784.1823466 (www.alternatura.it).

Elezioni regionali 2024

Video

Verso il voto, Elly Schlein a Cagliari al mercato di San Benedetto: "Sanno di aver fatto un disastro e infatti hanno cambiato il candidato"

Le nostre iniziative