Un altro delfino morto al largo di Orosei

OROSEI. Forse è stato un urto contro un’imbarcazione o un malaugurato incontro con le reti posizionate dai pescatori a causare la morte di un delfino lungo oltre due metri, ritrovato domenica...

OROSEI. Forse è stato un urto contro un’imbarcazione o un malaugurato incontro con le reti posizionate dai pescatori a causare la morte di un delfino lungo oltre due metri, ritrovato domenica pomeriggio in avanzato stato di decomposizione di fronte alla località Matta su Turcu nella costa del comune di Orosei. Alcuni vacanzieri che si trovavano nella zona hanno avvistato la carcassa e hanno avvisato gli agenti della stazione forestale di Orosei. Ieri mattina sul posto oltre ai forestali si è recato anche un veterinario della Asl che dopo una perizia necroscopica ne ha ordinato l’affondamento nelle acque al largo della marina di Orosei, operazione resa impossibile dalle pessime condizioni meteomarine. La motovedetta della forestale partita ieri dal porto di La Caletta non è riuscita a recuperare la carcassa e ci riproverà quest’oggi. La presenza di numerosi delfini è stata segnalata negli ultimi tempi nelle acque che vanno dal porto di Gonone alla marina di Orosei: quello dell’altro ieri è il quarto esemplare che viene trovato morto. Un incontro troppo ravvicinato con le eliche di un’imbarcazione, o forse anche l’essere rimasto impigliato nelle reti alla ricerca di pesce potrebbero quindi essere state le cause del decesso del delfino, che al momento del ritrovamento era morto da parecchi giorni.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes