Farmaci e prevenzione, oggi un corso per odontoiatri

NUORO. Oggi, a partire dalle 9, avrà luogo nella sala conferenze “Donata Marchi” dell’Ordine dei Medici ed Odontoiatri di Nuoro, un corso professionale dal titolo “Raccomandazioni clinico-terapeutiche...

NUORO. Oggi, a partire dalle 9, avrà luogo nella sala conferenze “Donata Marchi” dell’Ordine dei Medici ed Odontoiatri di Nuoro, un corso professionale dal titolo “Raccomandazioni clinico-terapeutiche sulle osteonecrosi delle ossa mascellari (ONJ), associata a farmaci e prevenzione”.

L’evento è un corso itinerante di carattere nazionale, rivolto agli odontoiatri, ai medici specialisti e di base e verterà sulla trattazione di quella che è una problematica recente ed in continua evoluzione per quanto riguarda i protocolli terapeutici: l’osteonecrosi dei mascellari associata a farmaci. Dal 2003 fino ad oggi è emerso con forza che la terapia con alcune categorie di farmaci, generalmente con azione antiriassorbitiva ed antiangiogenetica, utilizzati in ambito oncologico, ma anche per pazienti osteometabolici, come può essere un comune paziente affetto da osteoporosi, possa produrre una necrosi ossea localizzata alla mandibola e al mascellare superiore. Partecipano Giuseppe Renzo, presidente della Commissione Nazionale dell’Albo degli Odontoiatri e Giuseppina Campisi, responsabile e ideatrice del progetto nazionale sullo studio, la terapia e la prevenzione delle Osteonecrosi dei mascellari da farmaci. «Il progetto di prevenzione – dice Giuseppe Renzo – non è certo l’unico ma è quello successivo all’altra tematica di grande importanza sociale concernente la prevenzione dei tumori del cavo orale, che ha dato luogo a specifiche pubblicazioni e a numerose manifestazioni di presentazione in molti Ordini dei Medici e degli Odontoiatri italiani. Non voglio apparire provocatorio, ma sono certo che è questo il compito di un Ordine professionale non certo interessato a perseguire logiche corporative e come accade, purtroppo in alcuni casi, addirittura clientelari. Siamo impegnati a far prevalere i principi dell’etica anche contro le derive aziendalistiche che vogliono trasformare una professione intellettuale in una impresa commerciale imperniata soltanto sulla ricerca del guadagno e del profitto ad ogni costo».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes