Desulo, recuperata la maschera perduta

Durante La montagna produce era “sparita” Sa Filonzana: restituita

DESULO. Non tutte le vicende hanno un cattivo fine. Anzi talvolta, è l'happy end che caratterizza le storie della vita, magari legati ad oggetti di infinito valore personale. Lo scenario è quello di una sfilata seguita ed applauditissima, un gruppo travolgente, con i suoi camuffamenti ancestrali e la capacità di coinvolgere le persone. Ed un personaggio del gruppo, forse quello più caratteristico, che perde la sua maschera lignea. E non una “caratza” qualsiasi, ma quella di Massimo Soro, inteprete de Sa Filonzana, personaggio dell'associazione Merdules Betzos di Ottana.

Quella che è stata uno dei momenti più intensi di Montagna Produce si è trasformata in una parentesi triste per il proprietario della maschera e per il gruppo ottanese. Soro impersona la parca, munita di fuso con cui ordisce il filo del destino da 35 anni. La sparizione di quell'oggetto ligneo di intestimabile valore affettivo, mette in apprensione anche i cittadini di Desulo. L'appello di Soro, pubblicato su facebook è stato ripreso da centiania di desulesi, tra cui i soci delle associazioni cittadine, gli amministratori e persino il sindaco. L'oggetto perduto doveva tornare al suo proprietario. Si erano fatte le ipotesi più disparate, persino quella più grave del furto dell'oggetto sacro, ipotesi non creduta dai più; rubare ad un ospite è condotta assai grave nella mentalità desulese. Alcuni hanno proposto di ricomprare la maschera a Soro, altri di farla realizzare dagli abilissimi intagliatori locali. Perchè Desulo, vanta una solida tradizione in fatto di costruzione di maschere lignee in legno di castagno, ciliegio e pero. Questo anni prima che i carnevali tradizionali le ergessero ad emblema della tradizione. In tanti confidavano comunque nel ritrovamento del volto inquietante de sa Filonzana. Sono passati diversi giorni e ieri mattina, il primo cittadino, ha annunciato il ritrovamento della maschera de sa Filonzana. Con un post su facebook, Gigi Littarru ha comunicato il ritrovamento. «Sa Filonzana è al sicuro nell’ufficio del sindaco.Tutto è bene quel che finisce bene», ha postato Littarru.

Massimo Soro e il sodalizio Merdules Bezzos hanno voluto tributare «un ringraziamento al sindaco di Desulo, a tutte le associazioni di Desulo che si sono interessate nella ricerca. Un ringraziamento a chi nei social a condiviso i post di ricerca. Un grazie di cuore da parte nostra». Sa Filonzana è tornata a casa, a Ottana.(g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes